23 giugno 1994-2020: l'omaggio polemico dei camerati a Elio Di Scala - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 23 giugno 2020

23 giugno 1994-2020: l'omaggio polemico dei camerati a Elio Di Scala

Fiori sulla tomba al Verano, uno striscione sul muro dove è caduto. Anche quest'anno la comunità dei camerati ha ricordato "Kapplerino", morto in un conflitto a fuoco nel corso di una rapina, 26 anni fa, con un messaggio polemico:

23 GIUGNO 1994
23 GIUGNO 2020
ELIO DI SCALA
A te amico nostro,
A te nostro camerata,
A te Uomo libero.
Questa notte è per te,
questa rosa rossa è per te.
Fuori questa banca, tra l'asfalto e il cemento della tua Roma,
anche quest'anno,
come da 26 anni,
un manipolo di Uomini liberi - LA TUA GENTE - se ne frega di borghesi e benpensanti, e viene qua, con gli occhi gonfi, qualche lacrima, ma con il cuore gonfio.
Per molti sei un caduto scomodo, addirittura da dimenticare, per noi sei ELIO, un guerriero e un combattente, che ha deciso di sfidare la vita e assaltare il futuro!
ELIO VIVE!
La sua gente, i suoi amici,
i suoi camerati!

Un morto scomodo, difficile da ricondurre al paradigma "vittimario" dei "cuori neri

PER APPROFONDIRE

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700