Ombre nere/6. L'unico arrestato (per armi) non è un nazista - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 30 novembre 2019

Ombre nere/6. L'unico arrestato (per armi) non è un nazista

La ricerca di armi e la progettazione di attentati oltre agli slogan, le chat e i convegni per un nuovo fronte nazista. Gli investigatori non escludono che, dietro il tentativo velleitario di creazione del partito nazionalsocialista italiano, emerso dall’inchiesta ’Ombre Nere’ e che vede indagate 19 persone, possa esserci una rete più grande. Un sospetto che aumenta nelle ultime ore dopo l’arresto e il ritrovamento di armi nella casa di un 57enne di Monza, Maurizio Aschieri, che aveva avuto dei contatti con l’ex esponente della ’ndrangheta Pasquale Nucera: nella sua abitazione sono stati trovati un fucile, una carabina, due revolver e diverse munizioni.
Anche se Aschieri al momento non risulta far parte della galassia neonazista e sarebbe estraneo al tentativo di fondazione del movimento antisemita, gli investigatori dell’Antiterrorismo stanno cercando di valutare tutti i possibili tasselli di un network ancora poco chiaro, con l’obiettivo principale di rintracciare i canali per l’approvvigionamento di eventuali armi da parte del gruppo
neonazi.
Era proprio uno di loro, in un’intercettazione, a spiegare: "possiamo avere a disposizione armi e esplosivi, sforneremo soldati pronti a tutto". In particolare proprio Nucera, ex legionario ed esponente di spicco della ’ndrangheta, con un passato da collaboratore di giustizia secondo le indagini sarebbe stato addetto all’addestramento delle nuove leve.
L’inchiesta, partita da Enna fino a coinvolgere diversi estremisti di destra del Nord, potrebbe dunque essere tutt’altro che conclusa. Gli inquirenti stanno anche tentando di capire a che punto fossero arrivati i progetti degli attentati di cui gli indagati parlavano nelle intercettazioni. In una di queste, uno degli indagati proponeva di ingaggiare uno straniero di nazionalità marocchina per il lancio di una molotov contro una sede dell’Anpi in Liguria, affinché risultasse come unico colpevole. Su quest’ultimo elemento, la stessa presidente nazionale dell’Anpi, Carla Nespolo, ha espresso "preoccupazione" parlando di "un clima generale di violento attivismo nero".
Non solo nostalgici del Terzo Reich. In altre intercettazioni si era fatto cenno anche al gesto del giovane neonazista Stephan Balliet che, vestito con mimetica elmetto e mascherina, solo poco più di un mese fa aveva attaccato una sinagoga in Germania uccidendo due persone.
La maggior parte delle conversazioni si svolgevano su chat russe e su un gruppo whatsapp, a cui partecipavano anche alcune donne, ritenute elementi di spicco nella neonata organizzazione, come una madre padovana, che si definiva ’sergente del fuhrer, e una trentenne che era stata eletta ’Miss Hitler’, separate da una fiera rivalità personale. Una serie di legami erano stati stretti anche all’estero: il gruppo cercava anche di accreditarsi in diversi circuiti internazionali avviando contatti con organizzazioni di rilievo come "Aryan Withe Machine - C18" (espressione del circuito neonazista Blood & Honour inglese) ed il partito d’estrema destra lusitano "Nova Ordem Social".

5 commenti:

  1. Agli investigatori consiglio di impiegare il loro tempo nella formazione, sennò rischiate altri casi trieste e altri eroi decorati. Sarebbe triste.
    A Enna immagino ci sia la mafia. Concentrate i vostri sforzi nella debellazione di questo 76ennale problema.
    Lasciate stare chi scrive minchiate su internet.
    Lamorgese, si concentri sugli estremisti fatti entrare via Lampedusa e non solo. Nessun italiano ha mai fatto attentati via internet. E mai ne farà.
    Questa è la verità.

    RispondiElimina
  2. Stavolta non son d'accodo con legge Mancino ,ma come e Allora il detto "verba volant scripta manent " e allora tutto quel che avete scritto su SFront che mi rileggo avidamente e dal quale cerco di trarre sempre qualche informazione utile , non e' che tutto avviene di botto, il duce non e' diventato duce in 1 giorno ha studiato girato letto scritto e poi e' uscito il suo genio , magari tra I tanti che leggono I suoi scritti osservatorio ci sta I'll Nuovo condottiero , chi lo sa ! E poi cosa diavolo va a chiedere ad un minister di satana come LA lamorgese messa li ' apposta per tradirci , di fare gli interessi degli italiani non c'ha mai pensato sta donna ,LA sua unica funzione e' proprio di fare entrare I delinquent I clandestini dall'afrika e dall'asia

    RispondiElimina
  3. Per quel coglione ebreo di alpha male : so bene che c'ho c'hai ecc sono forme sbagliate errori che pero' nella lingua parlata non si notano , a me piace scrivere cosi' arriva prima e ' naif lei alpha invece e LA mia causa di anchilosi ai coglioni vada dalla nirenstein quella megera ebrea che banna tutti solo I complimenti fa pass are quella strega

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di coglioni ebrei su questo blog oltre a te non ne vedo altri!

      Elimina
  4. Maurizio, le priorità sono 10 tra impiegati e operai che ragionano in modo non conforme, mica la droga offerta fuori dalle scuole o i quartieri off-limits per tutti.
    La priorità è il MES, con banche italiane predate da tedesche e francesi e bot pagati all'80%, mica la fiat venduta ai francesi, ducati & lamborghini ai tedeschi, la marina militare che invece di difendere i confini fanno gli infermieri e le crocerossine.
    Bisogna DISINFORMARE.
    Questo è l'obbiettivo.

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700