L'ultima lezione di stile di Stefano Delle Chiaie ai camerati - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

giovedì 19 dicembre 2019

L'ultima lezione di stile di Stefano Delle Chiaie ai camerati

I  militanti della Comunità politica di Avanguardia, guidati dal responsabile, Vincenzo Nardulli, si sono recati nella mattinata di sabato 14 dicembre al Campo della memoria di Nettuno, dove sono sepolti i caduti della Repubblica sociale nei combattimenti con le truppe alleate, per apporre una targa commemorativa del loro leader, Stefano delle Chiaie, scomparso il 10 settembre scorso. "Etsi mortuus urit", ovvero anche da morto bruci.
In questa occasione è stato letta l'ultimo messaggio di Stefano Delle Chiaie ai camerati, una ultima lezione di stile che la moglie Carola ha ricevuto da lui e trasmesso ai militanti di Avanguardia.

Camerati,
quando queste poche righe vi saranno lette, io non sarò più, ma avrò raggiunto i tanti nostri militanti con i quali ho condiviso il mio combattimento per l'Idea.
Idea che non ho mai tradito e se ho commesso errori l'ho fatto inconsapevolmente. 
Camerati,
continuate la lotta e mantenete quello stile che io ho tentato di impormi e di trasmettere. 
Siate uniti ed avanzate nel tempo perché verrà l'epoca nella quale risorgerà un nostro movimento capace di riscatto di giustizia e di autentica libertà.
Voi dovete rappresentare il popolo ed interpretare le sue aspettative e la sua ansia di autentica partecipazione alla vita della Comunità.
A tutti voi il mio cameratesco saluto e la promessa di marciare sempre al vostro fianco al di là della Morte.
Saluti e sempre a Noi!

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700