Condanna per Charlottesville: 8 anni a un capo del Klan per uno sparo a vuoto - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

mercoledì 22 agosto 2018

Condanna per Charlottesville: 8 anni a un capo del Klan per uno sparo a vuoto

Risultati immagini per charlottesville unite the right preston
Quattro anni di carcere con altri quattro anni sospesi per aver sparato con la  pistola contro la folla  senza colpire nessuno
Il giudice a Charlottesville, in Virginia, è stato severo con il 53enne Richard Preston  per la prima sentenza emessa per il rally "Unite the Right" del 12 agosto 2017 che ha visto l'anno scorso scontrarsi duramente militanti antifascisti e il fronte dell'estrema destra che ha messo insieme neo-nazisti, razzisti, suprematisti bianchi in un micidiale fine settimana.
Preston,residente a Baltimora, Maryland, è il Mago Imperiale dei Cavalieri Bianchi Confederati del Ku Klux Klan, anche se tale affiliazione non è stata menzionata durante l'udienza di quasi 40 minuti. In un video girato dall'ACLU della Virginia, Preston viene visto mentre impugna la pistola, urla "Ehi, negro", quindi cammina verso la folla, abbassa la pistola verso terra e spara prima di allontanarsi. E' quindi evidente che il gesto era intimidatorio ma non teso a ferire gli avversari politici.
All'epoca, Preston ha sostenuto che stava cercando di proteggere gli altri da un lanciafiamme rudimentale- una bomboletta spray spruzzata su un accendino - brandita dal 24enne Corey Long, che subirà un processo a gennaio. L'avvocato di Preston, Elmer Woodard, ha ribadito la tesi difensiva durante l'udienza di condanna osservando che il proiettile di Preston non ha colpito nessuno: "Qualcuno ha dovuto fermare questo lanciafiamme", ha detto.
Il procuratore capo di Charlottesville, Joseph D. Platania, ha dichiarato che la difesa di Preston era una forma di assunzione di responsabilità, ma il Klansman non ha mostrato alcun vero rimorso.
Apparendo in completo scuro, camicia bianca e cravatta, Preston ha passato gran parte dell'udienza con le spalle accasciate mentre ascoltava il procedimento. Woodard descrive il suo cliente come un buon cittadino che cercava semplicemente di difendere gli altri durante "Unite the Right", mentre Platania parlava di quanto pericolosa fosse la sua condotta quel giorno.
Woodard è andato avanti per tre minuti descrivendo un eroe della guerra mondiale che ha aiutato a combattere i tedeschi che attaccavano i suoi soldati bloccati con lanciafiamme: "Le regole escono dalla finestra quando i lanciafiamme sono coinvolti", ha detto.
"Mi dispiace - ha dichiarato poi l'imputato - ho avuto solo un secondo per capirlo. ... Non volevo fare del male a nessuno. "
Il giudice Moore non si è fatto impressionare dal rimorso di Preston. Invece, ha descritto il giorno della manifestazione come una "polveriera" in centro, con gente armata che girovagava. Un paralegale di 32 anni, Heather Heyer, è morto quel giorno dopo essere stato investito da un'auto che ha avanzato tra la folla dei dimostranti antifa. Un simpatizzante neonazista, il 21enne James Alex Fields Jr., è stato accusato di omicidio di primo grado e reati di odio federale derivanti dall'incidente.
Moore non ha scusato il comportamento di Long, notando che il lanciafiamme era pericoloso: "Quello che ha fatto è stato aggravante. ... È stato stupido ", ha detto il giudice. Ma il comportamento di Preston per tutto il giorno - incluso lasciare il rally e tornare alla sua auto per recuperare la pistola usata nella sparatoria - sottrae qualsiasi pretesa di difendere qualcuno, ha detto Moore. Sparare il colpo, anche se ha colpito solo lo sporco, potrebbe aver fatto precipitare qualcosa di molto peggio", ha detto il giudice alla corte. "Sei solo fortunato che questo non si è trasformato in uno scontro a fuoco", ha concluso Moore, nel leggere la condanna. "Non penso che tu stavi pensando."

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700