Torino, in trecento al corteo antifascista contro il leader di Forza Nuova. - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

giovedì 1 marzo 2018

Torino, in trecento al corteo antifascista contro il leader di Forza Nuova.

Sono poco più di 300 militanti e simpatizzanti del variegato mondo della sinistra antagonista torinese presenti in piazza Statuto, dove si sono dati appuntamento, per protestare contro la presenza di Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova e candidato premier il cartello elettorale Italia agli italiani, che insieme ad Attilio Carelli, segretario nazionale di Fiamma Tricolore sta chiudendo la campagna elettorale in un albergo di corso Regina Margherita.
In piazza, alla manifestazione antifascista non poteva non mancare la maestra Lavinia Flavia Cassaro finita nella bufera per aver augurato la morte ai poliziotti in occasione della contestazione antagonista a Simone Di Stefano, candidato premier per Casa Pound.
"Andremo al sacrario partigiano del Martinetto - annunciano i manifestanti - Un luogo simbolo della Resistenza e dell'antifascismo che si trova a pochi metri dal luogo dove Fiore propone le sue idee fasciste". Criticata anche la presidente dell'Anpi provinciale, Maria Grazia Sestero: "Lei ha detto che chi manifesta come abbiamo fatto giovedì scorso non è antifascista, ma non è così. Loro condannano le manifestazioni e non l'uso della forza della polizia per impedirci di scendere in piazza"

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700