mercoledì 10 gennaio 2018

Il generale Pappalardo rivuole arrestare il presidente Mattarella


(G.p) Dopo aver trascorso, da perfetto scolaretto, serenamente le vacanza di Natale, il generale Pappalardo torna a far parlare di sé. Dopo il primo fallito tentativo rivoluzionario di settembre ed il bis della rivoluzione di ottobre e il mancato arresto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella del 21 dicembre, il generale( con vitalizio da parlamentare) insieme al Movimento Liberazione Italia continua la sua lotta, senza tregua e senza fretta, per un'Italia libera e federale, rilanciando l'idea forza dell'arresto del Presidente della Repubblica come ha affermato con un video intervento trasmesso  sulla propria pagina Facebook e rilanciato successivamente nella puntata del 9 gennaio 2018 del programma radiofonica La Zanzara condotto da Giuseppe Parenzo e David Parenzo.

Intervento che potete sentire, dal minuto 26,41 cliccando qui





Caro Sergio Mattarella,
primo o poi ti acchiapperemo. Perché eri dentro il palazzo del Quirinale e non ti potevamo arrestare entrando dentro il palazzo. Eravamo solamente una decina di persone perché il popolo, a quanto pare, non ha pensato a quello che di grande stavamo facendo e ci hanno lasciati in pochi a fare questo arresto, ma lo proseguiremo l'arresto.
Innanzitutto prosegue la nostra azione nel 2018 di arrestare il Capo dello Stato, i governanti e i parlamentari che non sono convalidati, tutti e 945 perché sono tutti d'accordo.
Sono 3 assassini, Renzi, Berlusconi, Di Maio con il coltello in mano che hanno ammazzato l'Italia lasciandola a terra insanguinata. Il coltello è il rosatellum.
Noi, come primo punto del nostro programma è quello di arrestare queste persone. Secondo punto è quello di formare assemblee popolari in tutta Italia perché il Capo dello Stato non conta niente perché è come se non fosse mai stato eletto.

1 commenti:

Pappalardo dice di essere uno dei SAGGI , cosa vi ricorda? I savi anziani di SION ? Dice che l'italia e' in paese di pace - shalom ,LA cucina del Ghetto e' sempre aperta ,Fetor Judaica si sente lontano un miglio

Posta un commento