martedì 10 ottobre 2017

La rivoluzione di Piazza del Popolo fallita e il malore al generale Pappalardo

(G.p) Roma, dieci ottobre 2017, ore 11 del mattino. Il popolo si ribella ai politici abusivi. A guidarlo,con un mese di ritardo rispetto alla tabella di marcia, c'è il Generale dei Carabinieri, ora in pensione, Antonio Pappalardo.
Come tutte le rivoluzioni che si rispettino, comprese quelle fasulle, anche quella ideata e voluta dal Movimento Liberazione Italia sarà una rivoluzione di piazza.
Infatti il "generalissimo" Pappalardo ha scelto niente poco di meno che Piazza del Popolo come luogo per far vedere ai deputati e senatori della Repubblica Italiana, da lui definiti non so a quale titolo abusivi, quanta folla è stato in grado di radunare. Saranno sicuramente migliaia e migliaia pronti, una adunato oceanica per sentire le idee forza del generale, ma Piazza del Popolo non sembra assolutamente pronta ad alcun genere di manifestazione.
Infatti non c'è un palco, non c'è un sistema di amplificazione idoneo per consentire ad Antonio Pappalardo di parlare al suo popolo, alla folla oceanica accorsa da Bolzano al Palermo per ascoltarlo. Ma la folla delle grandi occasioni non c'è. 
Allora una domanda ci sorge spontanea: dove sono i rivoluzionari del generale Pappalardo?
Ad onor del vero ce ne sono davvero pochi. In piazza ci sono poco più di un centinaio di persone, tra giornalisti, operatori televisivi, forze dell'ordine, curiosi e rivoluzionari.
Purtroppo o per fortuna questi sono i numeri di un leader da oggi le comiche. Un leader che voleva fare la rivoluzione con il permesso del Questore e della Digos e che lo scorso 10 settembre ha portato in un teatro il Capranichetta più o meno lo stesso numero di persone.
La colpa di questo secondo flop : è da imputare, senza se e senza ma, ai giuda che si sono venduti ai potenti di turno, alla corrotta partitocrazia, ai poteri forti, pur di interrompere il cammino rivoluzionario di Pappalardo.
Oggi il generale non ha scuse: il 10 ottobre doveva esserci lo sfratto esecutivo. Dal momento che il presidente Mattarella non ha sciolto le Camere come ordinato da Pappalardo un mese, oggi avremmo dovuto assistere alla caduta di questo governo e di questo parlamento illegittimo.
Il generale, nonostante il clamoroso flop, si concede alle telecamere per spiegare che anche i Carabinieri sono con loro ma anche i carabinieri, per fortuna, hanno disertato la rivoluzione pappalardiana.
Antonio Pappalardo è un vero showman ed intrattiene i pochi presenti parlando di autobus che devono ancora arrivare alla volta di Piazza del Popolo, di traffico impazzito, di stipendi dei funzionari pubblici, degli italiani, colpiti dalla crisi economica, che non riescono ad arrivare alla fine del mese, che frugono nei bidoni della spazzatura.
Niente di nuovo sul fronte occidentale. Il solito discorso politico che potevamo sentire in un talk show da Matteo Salvini o da Giorgia Meloni.
Il Generale poi si sente male. E' disteso sul bordo di una delle fontane della piazza. Alcuni militanti del Movimento Liberazione Italia sollevano le gambe del loro leader nel tentativo di fargli recuperare le forze.
Come successivamente ci conferma Ciro Scognamiglio, segretario campano del Mil, il Generale è in fase di ripresa ma che senza di lui la rivoluzione non si può fare quindi bisogna attendere che si riprenda.
Augurando pronta guarigione al generale Pappalardo resto sempre più convinto di aver visto una edizione 3,0 di Vogliamo i Colonnelli, capolavoro cinematografico del maestro Mario Monicelli.








5 commenti:

  1. E' un Millantatore, Bugiardo, Ipocrita che prende in giro centinaia di persone vicine a lui ma anche tutto il popolo Italiano,
    ha detto che i primi ad arrestare sarebbero stai Di Maio e DiBatttista, ora lui li chiama amici e fratelli li vuole con lui, per chè ancora una volta dopo i Forconi del 9 Dicembre, si è impossessato di un progetto che non'è mai stato suo, ma del Comitato Nazionale di Liberazione, pochi giorno fa ha Autonominato un Governo Provvisorio con Ciro Scognamiglio Primo Ministro, Salvo Rainò Ministro della sanità e altri 6..e lui Capo dei Saggi con il Potere di rimuovere ogni componente in qualunque momento.
    Alla faccia della Dittatura del governo Abusivo attuale.

    RispondiElimina
  2. Si avete ragione sembra un film di monicelli,meglio non far niente e stare a vedere cioccolatini che stuprano e vannoin giro con LA mannaia in stazione a milano ,invece di vedere il buono che c'e'in questa manifestation si vuole solo vedere il cattivo ,per certi pennivendoli non vi sono parole anzi si meretrici del potere !!

    RispondiElimina
  3. ..ci sono ancora persone(poche) che prendono seriamente questo pagliaccio! Incredibile!

    RispondiElimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.