Castellino (Forza Nuova): sciopero della fame ad oltranza per rompere il silenzio mediatico sui nostri arresti - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

giovedì 4 gennaio 2018

Castellino (Forza Nuova): sciopero della fame ad oltranza per rompere il silenzio mediatico sui nostri arresti


(G.p) Giuliano Castellino, coordinatore romano di Forza Nuova, agli arresti domiciliari da tre mesi, sorvegliato speciale, giunto al decimo giorno di sciopero della fame, in difesa dei diritti politici di Forza Nuova, in una nota, diffusa alla stampa, che pubblichiamo per intero, rilancia il proprio sciopero della fame ad oltranza al fine di rompere il silenzio mediatico sui militanti di Forza Nuova arrestati unicamente per aver difeso una famiglia italiana da uno sfratto mobilitandosi contro l'assegnazione della medesima abitazione a una famiglia di stranieri.


Oggi sono al decimo giorno di sciopero della fame, la debolezza inizia a farsi sentire, ma non si molla. Dal 26 dicembre non tocco cibo, mi alimento solo con liquidi. La Polizia si è rifiutata di fare rapporto al magistrato di sorveglianza e i media continuano vigliaccamente a lasciare nel silenzio assoluto la mia protesta e quella di Forza Nuova.

Ribadisco che non chiedo la mia libertà: nulla pietisco  a questo sistema marcio e venduto, ma chiedo spazio mediatico affinché in tutta Italia si sappia che ci sono due persone prigioniere perché hanno difeso una famiglia italiana da uno sfratto e si sono mobilitate contro l'assegnazione della casa stessa ad una famiglia di stranieri.
I connazionali devono sapere che ci sono ancora italiani pronti a difendere i diritti sociali: diritto alla casa, lotta all'invasione e alla sostituzione etnica, rivoluzione demografica: se questi sono i reati imputati siamo orgogliosamente colpevoli.
Per difendere non la mia libertà, ma la nostra militanza, sono disposto ad andare fino alla fine.
Lo sciopero della fame è oggi l'unica arma che ho per sostenere le nostre battaglie. 
Non è la prigionia che ferma la lotta di chi ama l'Italia e gli italiani.
Antifascisti, affamatori del popolo e traditori della patria possono avere forze repressive, toghe militanti, pennivendoli e politici addomesticati, noi dalla nostra abbiamo il popolo e la forza di chi crede, di chi non si arrende e di chi vende cara la pelle.
I pagliacci nelle tv di regime ci vogliono far credere che il popolo è incazzato per i 2 centesimi delle buste di plastica. Queste sono le cose che devono far vedere come vere, per questo rinchiudono e tappano la bocca ai patrioti che ancora combattono.
Per continuare a somministrare le loro menzogne.
Ma la vostra repressione non chiuderà le nostre bocche, né fermerà la rivolta nazionale italiana che ha Roma come innesco.
Le periferie popolari romane sono in agitazione, Forza Nuova viene vista sempre più come forza di popolo. Roma ai Romani e Italia agli italiani, non solo degli slogan, ma la nostra trincea.
Giuliano Castellino

1 commento:

  1. Meglio farebbe Castellino a farsi una Bella mangiata ,per piegare il ferro ci vuole forza mica e' pannella quel sionista pervertito inculomane grazie al quale TANTi bambini italiani non SONO potuti nascere con LA legge sull'aborto.Castellino mangi lei fa piu paura in forza col suo bel pancione e una bella maglia con stampata LA svastika

    RispondiElimina

Banner 700