"Mihailovic zingaro". Corsaro di nuovo nella tempesta per una battuta politicamente scorretta - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

giovedì 4 gennaio 2018

"Mihailovic zingaro". Corsaro di nuovo nella tempesta per una battuta politicamente scorretta

Ancora una volta Massimo Corsaro finisce sotto accusa per il suo gusto per la battuta politicamente scorretta. Stavolta a scatenare l'indignazione è un tweet maramaldo contro Sinisa Mihailovic, l'allenatore licenziato dal Toro dopo la sconfitta nel derby di ieri in Coppa Italia: "uno zingaro che guida una banda di frustrati perdenti".
L'ultimo incidente per il parlamentare eletto con Fratelli d'Italia e poi passato nel gruppo di Fitto, Direzione Italia, risale allo scorso mese di luglio, quando aveva insultato il deputato democratico Emanuele Fiano, nell'infuriare della polemica per la sua proposta di legge che puntava a mettere al bando il merchandising fascista: "che poi, le sopracciglia le porta cosi per coprire i segni della circoncisione...". Allora Corsaro non si spaventò dell'ondata di sdegno e respinse con sdegno l'accusa di antisemitismo: "Ma no, chiedo scusa se qualcuno mi ha frainteso. Il mio è stato solo un attacco personale ben diretto: gli ho solo dato, con un'espressione forte come si usa nei social, della testa di c...".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700