venerdì 15 dicembre 2017

Forlì, lunedì il corteo di Forza Nuova. Mdp: vietare il suolo pubblico ad iniziative fasciste

Corteo di Forza Nuova, Mdp: "Un regolamento per vietare il suolo pubblico"

(G.p)Lunedì 18 dicembre, in piazza Monte Grappa a Forli ci sarà un corteo dal tema Con il popolo per il popolo organizzato dalla locale sezione di Forza Nuova e dal coordinamento civico Forlì ai forlivesi. Una manifestazione, secondo gli organizzatori, anche contro la repressione e le menzogne antifasciste, dopo gli scontri tra antagonisti e militanti del movimento politico guidato da Roberto Fiore avvenuti lo scorso 8 dicembre nella piazza del mercato di Natale, aperta a tutti i patrioti, i liberi cittadini, le associazioni al fine di reclamare il proprio diritto di espressione e le proprie istanze di giustizia."Forza Nuova è un simbolo, nonché avanguardia, nella difesa della nostra comunità nazionale",precisa il responsabile regionale Mirco Ottaviani, e proprio per questo motivo è vittima di attacchi fisici ed istituzionali, nonché sotto attacco di giornali e media che tentano in tutte le maniere di dipingerci come mostri."
Se da una parte però, continua Ottaviani, dobbiamo avere a che fare con violenti biechi episodi di partigianeria, dall'altra un numero sempre maggiore di cittadini non crede più alla becera demonizzazione di cui siamo vittime e si avvicina alle nostre lotte e alle nostre rivendicazioni.
Il 18 dicembre dunque in strada a Forlì non vi sarà semplicemente Forza Nuova ma vi saranno lavoratori, disoccupati, sfruttati, poveri, emarginati, studenti, giovani, e famiglie, un popolo!""Un popolo, conclude Ottaviani, che oggi alza la testa e vede in Forza Nuova l'unica alternativa per una rapida e concreta ricostruzione nazionale.
La manifestazione di Forza Nuova e del comitato civico Forlì ai forlivesi non poteva non destare polemiche politiche, sostenute in primo luogo da Lodivico Zanetti, consigliere comunale di Mdp Liberi e ugali che ha presentato un ordine del giorno nel quale chiede che venga emanato un regolamento comunale che neghi il suolo pubblico per qualsiasi iniziativa promossa da forze politiche o associazioni che si richiamino all'ideologia fascista, al razzismo e all'omofobia e che rifiutino di riconoscersi nei valori costituzionali. Tale regolamento è stato di recente approvato anche a Cesena in una forma molto più attenuata, proposta dal M5S, rispetto al primo testo fortemente criticato per la sua incostituzionalità. D'altronde, ricorda l'esponente di Liberi e Uguali, Forlì, città medaglia d'argento per il suo contributo alla Resistenza e per i suoi numerosi martiri trucidati dalla barbarie nazifascista, non può accettare passivamente gravissime provocazioni e atti di violenza commessi dagli squallidi eredi del defunto regime fascista né che i nostalgici di un periodo storico segnato da tante uccisioni, barbarie e continue negazioni della libertà propagandino pubblicamente e liberamente i loro ideali di odio e di morte. Mdp conclude il consigliere Zanetti, invita  dunque tutte le forze democratiche e antifasciste presenti nel Consiglio Comunale a condividere il documento presentato dal consigliere Zanetti e ad associarsi allo sforzo per non concedere agibilità politica sul territorio cittadino a questi pericolosi estremisti"




0 commenti:

Posta un commento