lunedì 10 aprile 2017

Clemente Mastella solidarizza con Forza Nuova ma resta isolato

(G.p) Sono trascorsi due giorni dall'aggressione antagonista ai militanti sanniti di Forza Nuova avvenuta in un tranquillo sabato pomeriggio intorno alle ore 18:30 all'incrocio tra via Perasso e piazza Risorgimento.
In quella zona i militanti del movimento politico guidato da Roberto Fiore avevano allestito un gazebo ed erano intenti alla raccolta delle firme per la petizione popolare contro le adozioni gay ed lo ius soli, quando sono stati aggrediti da numerose persone, tutte di giovane età che dopo aver distrutto il gazebo li hanno picchiati servendosi delle aste di bandiere e di pezzi in ferro della struttura.
Una azione violenta che ha avuto come conseguenza il ferimento di 3 militanti di Forza Nuova trasportati in ospedale per le ferite riportate.
Mentre sono tutt'ora in corso le indagini, al fine di risalire agli autori della vile aggressione, solo il sindaco Clemente Mastella ha solidarizzato con i giovani aggrediti come ci racconta Gino Mazza, portavoce del circolo di Benevento di Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale, con una nota, diffusa alla stampa che riportiamo per intero.
Forza Nuova ha il diritto di esprimere le sue tesi e le sue opinioni, soprattutto se lo fa nel dialogo e nel rapporto diretto con i cittadini, utilizzando forme di partecipazione popolare. Va stigmatizzato, precisa Gino Mazza, con forza e condannato, senza se e senza ma, chi utilizza l'aggressione e la violenza come triste parodia degli anni bui della demonizzazione dell'avversario. Bene ha fatto il sindaco a intervenire con fermezza, peccato che sia stato l'unico a farlo. A volte anche il silenzio è aggressivo e violen
to.

0 commenti:

Posta un commento