martedì 20 gennaio 2015

Militia: 6 condanne a pene lievi, non scatta la Mancino per i capi. Boccacci: ha vinto il fascismo 2a ed.


Associazione per delinquere, violazione della legge Mancino e apologia del fascismo. Delle tre accuse contestate dal pm ad alcuni esponenti di Militia  (che aveva chiesto da 6 anni e mezzo a tre anni e mezzo) ha retto solo l'apologia (per Schiavulli e Boccacci) e la legge Mancino (per altri 4 imputati) per la quale sono stati condannati a pene varianti da 18 a 8 mesi. Il processo è quello su scritte, minacce e striscioni diffusi tra il 2008 e il 2011. Secondo le accuse quelle erano idee fondate sull'odio etnico e razziale in cui sono stati presi di mira diversi rappresentanti delle istituzioni e la comunità ebraica. L'indagine è stata coordinata dal pm Luca Tescaroli, che ha anche rappresentato l'ufficio dell'accusa in aula. E' stato dato un anno e mezzo di reclusione a Daniele Gambetti e Giovanni Ricotta Barbati; ha avuto dieci mesi, Massimiliano De Simone; e Valerio Moda invece 8. Nei confronti dei leader della formazione politica, Stefano Schiavulli e Maurizio Boccacci, il tribunale ha stabilito una condanna rispettivamente a un anno e quattro mesi e un anno in continuazione con la precedente condanna del 26 novembre del 2012 relativa alla ricostituzione del disciolto partito fascista. E' stato assolto, invece, per non aver commesso il fatto, l'ex ordinovista Giuseppe Pieristè. Il tribunale ha anche disposto un risarcimento danni pari a 7000 euro per la comunità Ebraica e una provvisionale di 10mila euro al ministero dell'Interno.

 Stefano Schiavulli ha commentato a a caldo  l'attesa condanna: 
Ecco la degna fine di un processo farsa! Tante chiacchiere, tanta scena e poi? condanne al limite del ridicolo! la procura oggi ne esce con le ossa rotte, così come Riccardo Pacifici e tutta la sua cricca di maiali...ciò che ancora questi esseri immondi non hanno capito è che non riusciranno mai a fermare degli idealisti, che al contrario del loro politicanti per meri scopi economici, prendono forza da qualcosa di sacro e puro....le idee che portano dentro! Non smetteremo mai di lottare contro di loro e contro chiunque si metterà sulla nostra strada! Abbiamo ragione...Arrendetevi! Ieri, Oggi e Domani...FASCISTI!
Canta vittoria anche Maurizio Boccacci:
“Oggi hanno vinto gli idealisti contro i politicanti, la libertà contro la repressione, il fascismo contro l’ignoranza antifascista. Tutte le accuse, i teoremi e le condanne proposte dal Pubblico Ministero, dall’associazione a delinquere ai i vari reati specifici, non sono state accolte dal Giudice. Il massimo che ci hanno potuto dare è stato un anno per apologia di Fascismo. Segno che la nostra scelta, quella di fare un processo d’attacco, tutto politico, fatto di orgoglio ed appartenenza, è stata giusta. Ed oggi a vincere non è stata solo Militia, ma tutto un ambiente. Tutto un mondo che non è morto sotto i tradimenti, il malaffare ed il potere, ma che ancora trova tra le sue file chi, incurante di politicume, condanne e repressione, ancora affronta accusatori e processi da Fascista, senza se e senza ma. Finalmente si respira aria pulita. Le idee ed i valori, portati avanti con stile e tenacia, tornano ad essere protagonisti in un mondo che sembra aver perso sé stesso. Come dicevano Pavolini e Ricci noi siamo per la vera libertà, un esercito senza galloni, che non riconosce né padroni né politicanti, ma che bada ad una sola cosa, mantenere alta la nostra bandiera e fiera la nostra Camicia Nera. Non aspiriamo né a poltrone, né alle ricchezze, ma solo a difendere quella “patria ideale” dove Anarchia e Fascismo si abbracciano e vanno alla festa della rivoluzione”. Ha concluso Boccacci: “Sono entrato in Aula di tribunale baciandomi la “solare” che porto sempre al collo del mio camerata Franco Anselmi, dicendo al mio avvocato che andavo a difendere le idee che sono state difese dai nostri caduti. Quando lo spirito è questo nessuna battaglia diventa invincibile. Oggi abbiamo vinto. Nel nome di Franco e di tutti quelli che oggi brindano in quell’angolo di cielo destinato agli eroi. Viva il Fascismo!.   

6 commenti:

Associazione per delinquere si o no?
Il messaggero (senza firma) dice si, voi no. http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/milizia_condanne_roma_striscioni_antisemiti/notizie/1132590.shtml
In ogni caso da 33 anni a 6 anni è una parziale vittoria. Ricordiamo che si è fatto un processo per scritte sui muri e per degli striscioni sui cavalcavia. E che ieri qualcuno si è preso 20anni per aver picconato e ammazzato 3 persone mentre un altro si è beccato l'ergastolo per omicidio. Avevano patteggiato tutti e due però chissà perché uno non ha ottenuto lo sconto di pena.
6anni.

Mda: non puoi avere 18 mesi con Mancino e associazione e delinquere... Resta da capire perché essendo associati ai due capi hanno dato la Scelba (nel processo precedente) e agli affiliati la Mancino ... Veramente toccherà leggersi la motivazione. Comunque è indubbio che il pm ha perso clamorosamente ...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Perfetto. Allora l'anonimo estensore dell'articolo sul Messaggero ha scritto inesattezze e farebbe meglio a correggere gli errori, si sa mai che qualcuno lo quereli.
Per me quasi 7 anni per degli striscioni continuano a sembrare una ENORMITA', soprattutto se confrontati con i 20anni dati a chi ha preso a picconate 3 poveracci.

7 anni x degli striscioni sono senza dubbio una enormità, il tizio che ha preso 20 anni x aver picconato 3 poveracci è stato riconosciuto totalmente infermo di mente!...

Ma è vero che la pena è stata sospesa, come leggo nel commento in calce a questo articolo?
http://www.corrierediroma-news.it/2015/01/20/antisemitismo-per-militia-6-condanne-assoluzione/

Posta un commento