Due ultras arrestati, quindici fermati, 142 identificati per gli scontri al Circo Massimo - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 6 giugno 2020

Due ultras arrestati, quindici fermati, 142 identificati per gli scontri al Circo Massimo

Sono 15 i fermati dalle forze dell’ordine per i disordini avvenuti durante la manifestazione di Forza Nuova e gruppi ultras a Roma, di cui tre arrestati. 142 gli identificati. Nella foto un fermo immagine dell'interruzione dell'intervista di Simone Carabella (che nel video, quando è stato trascinato via dai "pacieri" si lamenta: mi ha dato una pizza) da parte di Giuliano Castellino, leader romano di Forza Nuova tra gli organizzatori.
Sono un ultrà  della Roma, incastrato da un video che lo riprende mentre lancia una bottiglia di vetro in direzione delle forze dell’Ordine,  e uno della Lazio i due rrestati dagli agenti della Digos di Roma durante i tafferugli al Circo Massimo . Un napoletano, dato per arrestato, è stato solo denunciato per porto di oggetti atti ad offendereono accusati di violenza, lesioni a pubblico ufficiale e lancio di oggetti contundenti. A causa del lancio di oggetti un agente delle forze dell’ordine ha riportato lievi contusioni.  
Infuriano le prese di posizione critiche di esponenti politici e rappresentanti delle forze dell'ordine. Si era conclusa con un’ora di anticipo rispetto all’orario autorizzato la manifestazione organizzata da Forza Nuova al Circo Massimo. Di fatto la manifestazione, visti i reiterati scontri tra i presenti, ha avuto uno svolgimento limitatissimo e si e’ conclusa con i vari gruppi organizzati di militanti di estrema destra ed ultras che via via hanno abbandonato la zona.


Nel video di Vista l'inizio degli scontri al Circo Massimo: Simone Carabella rilascia dichiarazioni alla stampa non autorizzate dagli organizzatori, Giuliano Castellino interviene e lo trascina via dandogli uno schiaffo (a detta di Carabella), i giornalisti si avvicinano di nuovo m una donna con mascherina li invita a tenersi a distanza, poi le immagini inquadrano gente agitata che avanza (alcuni sono in maglietta bianca) e l'immagine si sposta a livello del suolo, con il gruppo che carica e i giornalisti che scappano



Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700