23 giugno 2017: Junio Guariento e Jack Marchal a campo Hobbit 40 - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 23 giugno 2020

23 giugno 2017: Junio Guariento e Jack Marchal a campo Hobbit 40

Il concerto di Jack Marchal e Junio Guarente, due protagonisti della musica non conforme degli anni 70, ha concluso la prima serata di Hobbit 40, la tre giorni di musica cultura e confronto politico organizzato a Montesarchio nel 40ennale del primo campo Hobbit. Giusto tre anni fa: il 23 giugno 2017. Per il gran finale i due "vecchi" hanno chiamato sul palco gli altri musicisti della serata e l'organizzatrice Marina Simeone. Il brano scelto è "Il domani appartiene a noi". In garbata replica a un mio post sulla canzone "nazista" più famosa Junio Guariento ne ricostruì la storia:
  1. la canzone è tratta dal film CABARET e fu scritta (1966) ben prima della realizzazione del film stesso (1972), da due musicisti ebrei americani, John Kander e Fred Ebb. Tra l’altro chi compose la musica, si ispirò (per usare un eufemismo) ad un lied tedesco della prima metà dell’800.
  2. il testo italiano ci fu donato da un anonimo ragazzo napoletano che a più riprese ho provato a cercare in tutti questi anni per ringraziarlo personalmente.(N.B. – Parlo del giugno 1977 a Campo Hobbit 1 a Montesarchio quando ancora facevo parte del gruppo che da GPDPN proprio al campo cambiò nome diventando CdA).
  3. la prima incisione ufficiale del pezzo in italiano, la registrai da solo nella musicassette “Dedicato all’Europa” come CdA essendo rimasto da solo a formare quel gruppo e senza mai usare il mio nome anche in tutti i concerti successivi. (Contrariamente a quanto scritto e riscritto in tutti questi anni, rimasi da solo per SCELTA non mia, ma questo è un altro discorso)

Pochi giorni dopo Junio concedeva a Radio Shamal l'ultima intervista. Eccola:



Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700