Forza Nuova "perde" la Romagna, dirigenti e militanti lasciano in blocco il partito guidato da Roberto Fiore - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

mercoledì 6 maggio 2020

Forza Nuova "perde" la Romagna, dirigenti e militanti lasciano in blocco il partito guidato da Roberto Fiore

Forza Nuova "perde" la Romagna, dirigenti e militanti lasciano in blocco il partito
Forza Nuova “perde” tutta la Romagna. In una nota sottoscritta dalle sezioni del partito di estrema destra di Ravenna, Faenza, Forlì, Cesena, Rimini, Valmarecchia e Valconca viene spiegato l'uscita in blocco di tutti i dirigenti e i militanti romagnoli dalla compagine politica nazionale.
Una nota ripresa dalla Agenzia Nazionale Stampa Associata (Ansa) la principale agenzia di informazione multimediale in Italia, la quinta al mondo che riportiamo integralmente.



Gli attivisti romagnoli di Forza Nuova abbandonano "la struttura politica guidata da Roberto Fiore". Lo annunciano gli stessi attivisti del movimento di destra, in una nota firmata da Forza Nuova Romagna e dalle sezioni di Ravenna, Faenza, Forlì, Cesena, Rimini, Valmarecchia e Valconca poiché scrivono, "l'attuale Forza Nuova non ha più gli attributi necessari a condurre il popolo verso una vera lotta di opposizione al sistema".
A giudizio degli esponenti forzanovisti romagnoli, "per oltre 20 anni siamo stati protagonisti sulla scena politica locale" ma "oggi, con la presente, siamo a comunicare la decisione unanime di abbandonare la struttura politica guidata da Roberto Fiore".
E questo perché, registrano, vi è una "incoerenza e inaffidabilità della segreteria nazionale" anche sulla "linea generale divenuta oramai antitetica allo stile ordinato e disciplinato che ci ha sempre contraddistinto".

1 commento:

Banner pubblcitario 700