Animalisti in corteo a Melito dopo l'aggressione ad un cane randagio. In piazza anche Fratelli d'Italia - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 2 agosto 2019

Animalisti in corteo a Melito dopo l'aggressione ad un cane randagio. In piazza anche Fratelli d'Italia

Oltre duecento animalisti hanno dato a vita ad un corteo per le vie di Melito, comune della città metropolitana di Napoli, dopo l'aggressione ad un cane randagio avvenuta una settimana fa da parte di un anziano del posto, successivamente denunciato in stato di libertà dai carabinieri della locale stazione, per maltrattamenti e lesioni.
L'animale, dopo essere stato ferito con un bastone dall'uomo è stato soccorso da alcuni passanti e ricoverato in una struttura veterinaria dell'Asl di Marano, per trauma cranico lesioni. Ora è in attesa di affido.
La manifestazione, alla quale ha partecipato anche il sindaco di Melito, è stata organizzata da diverse associazioni animaliste tra cui gli Animalisti Italiani, la Lega del Cane, la Lav.
Al corteo animalista ha partecipato anche una delegazioni di militanti e simpatizzanti di Fratelli d'Italia guidati dal commissario cittadino Vincenzo Stravolo come dimostra, un comunicato diffuso alla stampa, che riportiamo per intero.


Nell'odierna mattinata una nostra delegazione ha partecipato al corteo per chiedere giustizia per Pocho, cane massacrato di botte domenica scorsa da un settantatreenne melitese, e per dire no al maltrattamento sugli animali. La manifestazione è riuscita nel suo intento: infatti oltre alle istituzioni locali e alle associazioni animaliste promotrici dell'evento, erano presenti anche molti cittadini melitesi. Riteniamo che lo Stato debba fare di più contro il maltrattamento sugli animali, ci vogliono leggi severe e inasprimento delle pene per chi si macchia di questi orrendi reati. Inoltre si dovrebbe diffondere di più la cultura per il rispetto per gli animali, magari promuovendo iniziative con eventi in pubblica piazza e magari lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio italiano.







Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700