Continua la campagna acquisti di Giorgia Meloni. I sovranisti di Alemanno lasciano la Lega e si riscoprono Fratelli d'Italia - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

mercoledì 5 giugno 2019

Continua la campagna acquisti di Giorgia Meloni. I sovranisti di Alemanno lasciano la Lega e si riscoprono Fratelli d'Italia

Un patto federativo tra Fratelli d'Italia ed il Movimento nazionale per la sovranità, la formazione politica fondata da Gianni Alemanno e Francesco Storace, che alle scorse politiche aveva sostenuto la Lega di Matteo Salvini, ora guidata da Roberto Menia, è stato annunciato oggi alla Camera dei Deputati da Giorgia Meloni, in una conferenza alla stampa alla quale hanno partecipato oltre allo stesso Menia, alcuni rappresentanti del Movimento nazionale per la sovranità che erano stati candidati nelle liste di Fratelli d'Italia come l'avvocato Antonio Tisci e il consigliere regionale dell'Emilia Romagna Michele Facci
"Noi abbiamo lanciato da tempo un appello, ha dichiarato Giorgia Meloni, leader indiscussa di Fratelli d'Italia,  da un lato per ricomporre la destra e dall'altro per allargare il nostro movimento ad altre storie e ad altre culture politiche. Sono operazioni entrambi riuscite e abbiamo ripreso questo lavoro dopo le elezioni europee, per un progetto complessivo che e' anche un laboratorio politico e confronto permanente. Sono molto fiera, ha concluso, di questo patto, che rappresenta un passo avanti verso un nuovo grande soggetto politico".
"Abbiamo aderito con piacere - ha detto Menia - all'appello di Giorgia Meloni. Oggi ribadire la sovranitò significa parlare di identità. C'e' troppa banalità nella politica italiana e questa Italia col tasso demografico piu' basso di tutti ci fa paura. Siamo convinti - ha concluso - che assieme a FdI sara' una grande strada, che ci riporti a un orizzonte in cui si possa dare all'Italia una nuova speranza".
E' proprio vero, come canta Antonello Venditti, in una sua canzone di grande successo, certi amori(politici) fanno dei giri immensi e poi ritornano. La rottura tra i Fratelli d'Italia e la destra sociale di Alemanno avvenuta dopo le europee del 2014 è solo un ricordo.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700