La promessa di Caio Giulio Cesare Mussolini: tornerò a Roccamonfina per la sagra della castagna - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 13 maggio 2019

La promessa di Caio Giulio Cesare Mussolini: tornerò a Roccamonfina per la sagra della castagna


Sabato 11 maggio Caio Giulio Cesare Mussolini, candidato alle elezioni europee di domenica 26 maggio nelle liste di Fratelli d'Italia è stato protagonista di un estenuante tour elettorale in provincia di Caserta, alla scoperta del nostro fantastico sud, dove ha incontrato, come ama ricordare, persone fantastiche, con comizi ed appuntamenti elettorali in diversi comuni, anche dell'alto casertano.
Tra i comuni visitati dall'esponente di Fratelli d'Italia c'era anche Roccamonfina, dove è stato protagonista di un incontro svoltosi all'interno della locale sezione di Fratelli d'Italia.
Di questo incontro ci parla, con maggiori dettagli, il collega Antonio Migliozzi, con un interessante articolo che riportiamo fedelmente.




Caio Giulio Cesare Mussolini. Un nome che al solo pronunciarlo per intero lascerebbe chiunque un attimo senza fiato. Stiamo parlando proprio di quel Caio Mussolini, pronipote del Duce e nipote di Vittorio, primogenito di Benito, candidato al Parlamento Europeo con Fratelli d’Italia nella Circoscrizione del Sud Italia. Nella tarda mattinata di sabato 11 maggio Caio Mussolini è stato ospitato presso la sezione di Fratelli d’Italia “Ernesto Di Petrillo” di Roccamonfina, insieme all’altra candidata del partito Maria Letizia. Classe 1968, Caio Mussolini vanta un curriculum di tutto rispetto, con un approccio alle persone carico di umiltà e dalle idee concrete e chiare.
Ad attendere Mussolini non stati solamente alcuni tesserati della locale sezione (considerando l’orario del tutto anomalo dell’incontro c’era veramente tanta gente), ma anche alcuni simpatizzanti del partito che sono sopraggiunti anche al di fuori di Roccamonfina. Caio non fa sconti ad alcuno nel difendere il suo cognome, il quale ancora una volta sembra essere all’attenzione dei media e di una specifica classe politica anziché guardare all’uomo ed ai suoi contenuti.
Al termine dell’incontro, sviluppatosi anche con una passeggiata al centro del spese, è stata strappata una promessa a Caio Mussolini di ritornare a Roccamonfina una seconda volta, magari nel periodo fecondo del “frutto bruno” con la sagra della castagna.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700