Caio Giulio Cesare Mussolini : l'Anpi vuole vietarmi un comizio - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 13 maggio 2019

Caio Giulio Cesare Mussolini : l'Anpi vuole vietarmi un comizio

"Dopo i numerosi episodi di miei manifesti strappati, dalla Puglia all’Abruzzo, ecco l’associazione nazionale partigiani d'Italia che vorrebbe vietarmi l'utilizzo del teatro di Atessa, in provincia di Chieti dove il 16 maggio sarò con la classe dirigente abruzzese di Fratelli d'Italia.
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Caio Giulio Cesare Mussolini commentando il tentativo da parte dell'Anpi di vietare una manifestazione elettorale di Fratelli d'Italia che lo vedrà protagonista insieme  ai candidati  Mario Quaglieri e Margherita d'Urbano,
 Premesso, commenta Mussolini  che c’erano poche migliaia di partigiani prima del 25 Aprile 1945, figuriamoci oggi.
" L'Anpi e' una associazione fuori dalla storia che campa di contributi pubblici, precisa Mussolini, ed è la continuazione della centenariatradizione di violenza politica della sinistra. Cento anni fa contro i fanti e i soldati che tornavano vittoriosi dalla Grande Guerra, oggi contro chi non la pensa come loro e non si vuolepiegare alla dittatura del pensiero unico politicamente corretto. Ieri come oggi, le sinistre odiano chi ama l’Italia".

1 commento:

  1. Fan bene ! Un pistola del genere con fratelli d'italia massoni puah ! Con un Nome del genere dovrebbe ricostituire il partito Nazista e mettere una carota in bocca a Fiano l'ebreo

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700