Torino, Fratelli d'Italia: un esposto sui legami tra antagonisti e 5S - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 2 aprile 2019

Torino, Fratelli d'Italia: un esposto sui legami tra antagonisti e 5S


 "Le ambiguità  di alcuni consiglieri comunali grillini di Torino nei confronti delle frange più violente della galassia antagonista non possono più essere sottovalutate dopo la busta esplosiva di ieri". Così il dirigente Fdi Maurizio Marrone, che annuncia un esposto in Procura sulle presunte connivenze fra M5s e antagonisti.
"Non è accettabile - afferma Marrone - che consiglieri comunali sfilino al fianco di delinquenti a cui le Forze dell’Ordine hanno sequestrato un vero e proprio arsenale, né si può liquidare la questione come un problema interno al Movimento 5 Stelle perché in Sala Rossa c’è un vero e proprio partito dei centri sociali".
"Presenterò un esposto alla Procura - annuncia Marrone - per chiedere alla Magistratura di indagare sui rapporti che legano alcuni consiglieri alle frange antagoniste violente, perché le istituzioni vanno difese da qualsiasi rischio di infiltrazione".
"Questa città  - aggiunge Marrone - ancora piange i morti uccisi dai ’compagni che sbagliano’ e ricorda come solo la cancellazione di ogni area grigia di fiancheggiamento al
brigatismo abbia potuto archiviare gli anni di piombo". 


Rosso: sgomberate subito il nuovo Asilo degli anarchici

Si proceda subito con lo sgombero della ex scuola intitolata a Salvo d’Acquisto. Lo chiede Roberto Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia al Comune di Torino, in presidio davanti all’edificio di via Tollegno da alcuni giorni occupato da un gruppo di anarchici.
"Avevamo invitato tutte le forze politiche - aggiunge - e mi spiace vedere che praticamente ci siamo solo noi di Fratelli d’Italia. Volevamo sottolineare la necessità  che questa città ritrovi definitivamente un senso di legalità. Questa scuola, situata in una zona popolare tra Barriera di Milano e Regio Parco, era un fiore all’occhiello dell’amministrazione, unica scuola con piscina e guardino, fino a quando non l’ha smantellata la giunta Fassino. Chiedo venga restituita agli studenti e al quartiere e tolta dalle mani di questi provocatori e nullafacenti".
Con Rosso c’erano anche Raffaele Petrarulo, consigliere della Circoscrizione 6, Giulia Gariglio della Circoscrizione 7 e altri esponenti di FdI. 



Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700