Cremona, il divieto del sindaco non basta. In quaranta commemorano Mussolini, Farinacci e i caduti della Rsi - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 27 aprile 2019

Cremona, il divieto del sindaco non basta. In quaranta commemorano Mussolini, Farinacci e i caduti della Rsi


Benito Mussolini, il gerarca fascista Roberto Farinacci e i caduti della Repubblica Sociale Italiana sono stati commemorati oggi al cimitero di Cremona, nonostante 
il veto del sindaco Gianluca Galimberti.
 Le forze dell’ordine hanno scortato circa quaranta militanti e simpatizzanti del variegato mondo della destra radicale  durante la messa celebrata in latino da don Floriano Abrahamowicz davanti alla tomba dei "camerati" e terminata davanti alla tomba di Farinacci tra bandiere della Rsi, saluti romani e canti fascisti. 
Gian Alberto D’Angelo, portavoce del Comitato onoranze cremonesi della Repubblica sociale italiana, ha espresso la sua "incondizionata solidarietà a quei camerati laziali che hanno esposto in prossimità di piazzale Loreto a Milano lo 
striscione in onore di Mussolini". 

1 commento:

  1. Un nipote del Farinacci recentemente si ando' a suicidare Proprio sulla tomba del gerarca fascista, quasi come a voler riconciliarsi col nonno non come I liberali e I partigiani notI depravati senza pudore Marci Fino al midollo che ne combinano di ogni, vedere in Spagna Bella Guerra di Franco cosa combinavano ai preti e alle suore

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700