Savona, la sorella d'Italia Saccone celebra i 100 dei Fasci italiani di combattimento. Lo sdegno del sindaco Caprioglio - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 25 marzo 2019

Savona, la sorella d'Italia Saccone celebra i 100 dei Fasci italiani di combattimento. Lo sdegno del sindaco Caprioglio

Un fascio littorio con tre rose a richiamare il Tricolore e la frase "I nostri 100 anni di passione! 100 ed altri 100 ci saranno!".
Cosi Simona Saccone, consigliere comunale di Savona di Fratelli d'Italia, dirigente regionale dell'Unione Generale del Lavoro ha voluto celebrare la fondazione dei fasci di combattimento, avvenuta il 23 marzo del 1919 in Piazza San Sepolcro a Milano.
Un post che non poteva non scatenare polemiche politiche. Critico anche il sindaco Ilaria Caprioglio, che guida una maggioranza di centro destra che ha dichiarato: quanto ha pubblicato sui social il consigliere Saccone è di una gravità inaudita e configura un reato. Compito della politica e di coloro che la rappresentano nelle Istituzioni è quello di tenere vivo il ricordo e di raccogliere gli insegnamenti che ci sono stati trasmessi dai nostri Padri Costituenti. Chi non si riconosce nei valori della nostra Costituzione dovrebbe dimettersi dalle Istituzioni che tali valori incarnano".
Anche il Partito Democratico e Rete a sinistra ne chiedono le dimissioni e l’intervento del prefetto, ricordando che l’apologia del fascismo è reato.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700