Gerarda Russo(Lega)ai contestatori antagonisti grida:"Io sono fascista". - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 18 marzo 2019

Gerarda Russo(Lega)ai contestatori antagonisti grida:"Io sono fascista".


"Io sono fascista". Tre parole chiare, dirette, che non lasciano dubbio ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Gerarda Russo, candidata della lista Lega Salvini Basilicata per il collegio elettorale di Potenza, durante un comizio a Melfi, mentre alcuni contestatori, militanti della sinistra antagonista dei centri sociali potentini gridavano "Fascisti, fascisti".
L'affermazione io sono fascista, non poteva non scatenare polemiche politiche, sostenute da Valerio Tramutoli, candidato di Basilicata possibile, lista di sinistra alternativa al Partito Democratico che ha annunciato la presentazione, nelle prossime ore, di un esposto alla Procura della Repubblica di Potenza per apologia del fascismo.
Il candidato Gerarda Russo, dalla sua pagina Facebook risponde alle accuse lanciate dalla sinistra di apologia di fascismo con il seguente post che riportiamo per intero.
Ecco il video integrale del mio comizio. Strumentalizzare un concetto di una frase è da vigliacchi quali siete. La frase è: “Se Fascista vuol dire essere a favore del popolo allora io sono Fascista” che equivale a dire “se essere Populista vuol dire essere a favore del popolo allora io sono Populista”. È stata una risposta data a quei ragazzi che non conoscono il senso della democrazia contestando durante il comizio e accusandomi di essere Fascista. Nessuno del nostro partito si è mai permesso di contestare i loro capi politici! Ragazzi pilotati da qualcuno che non voleva si svolgesse il comizio. Mi avete definita anche razzista, xenofoba e populista... sono orgogliosa di essere Italiana come ha detto Matteo Salvini.
Al posto di fare campagne elettorali basate su offese e campagne denigratorie pensate a farle su progetti... che forse non avete!

1 commento:

Banner pubblcitario 700