Genova, consigliere leghista inneggia ai fasci di combattimento, la Lega: non fa più parte del gruppo - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 29 marzo 2019

Genova, consigliere leghista inneggia ai fasci di combattimento, la Lega: non fa più parte del gruppo


Dopo Simona Saccone, consigliere comunale di Savona di Fratelli d'Italia a festeggiare i cento anni della fondazione dei Fasci Italiani di Combattimento avvenuta il 23 marzo del 1919 in piazza San Sepolcro a Milano ci pensa l'avvocato Igor D'Onofrio, consigliere della Lega Nord nel municipio Levante a Genova.
Nei giorni scorsi il consigliere ha scritto un post inneggiando alla fondazione dei fasci di combattimento: "100 anni fa chi non accettò una vittoria mutilata che offese la patria, decise che fosse necessario unire le forze più dinamiche della società e nacque la più audace, la più originale e la più mediterranea delle idee!". In un altro post D'Onofrio attacca gli antifascisti definendoli "gli infami nipoti dei banditi" e ancora, a commento del manifesto che sanciva la nascita dei fasci da combattimento, scrive "La Storia, quella con la S maiuscola".
"E' vergognoso che di fronte a un consigliere municipale che inneggia al fascismo e a Mussolini - commenta il consigliere comunale del Pd Alessandro Terrile - non ci sia stato nessuno che abbia preso le distanze. A Savona il sindaco non solo ha preso le distanze da una consigliera della sua maggioranza ma ha ricordato che l'apologia è reato. Mi aspetterei la stessa reazione da parte del sindaco Bucci e del presidente del Municipio Vesco ma anche da Edoardo Rixi che a Genova è il massimo rappresentante della Lega, partito a cui D'Onofrio è iscritto". Dopo poche ore è arrivata la notizia che l'avvocato Igor D'Onofrio si è dimesso dal gruppo della Lega, come ci conferma anche la segreteria provinciale in una bre nota, dove si precisa che è stata accolta la decisione del consigliere D'Onofrio di lasciare la Lega e si sta provvedendo ad inviare comunicazione ufficiale al presidente del consiglio comunale ed al sindaco.
La scelta "di uscire dal gruppo, come motivato dal consigliere stesso, nasce dalla volontà di non mettere in ulteriore imbarazzo il nostro movimento".
Massimo Bisca presidente dell'Anpi Genova si rivolge a Bucci: "Sindaco prenda una posizione. L'altro giorno la sindaca di Savona, del centro destra, Ilaria Caprioglio ha condannato una consigliera della sua maggioranza che inneggiava ai Fasci. E lei che fa?"

2 commenti:

  1. LA lega e Salvini soon come Trump vengono criticati come se fossero razzisti mentre invece seguono il copione ebraico ,ma LA gente dorme crede solo ai media ebrei e alle puttanate che sbologna quotidianamente De Benedetti Mieli Mentana Mimun Augias Saviano Foa ecc tutti ebrei

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700