La battaglia della memoria. CasaPound cancella a Torino le ingiuriose scritte contro i martiri delle Foibe - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

sabato 9 febbraio 2019

La battaglia della memoria. CasaPound cancella a Torino le ingiuriose scritte contro i martiri delle Foibe

Nella serata di venerdì 8 febbraio un gruppo di militanti torinesi di CasaPound ha ripulito le vie in prossimità di Corso Cincinnato e la lapide dedicata ai Martiri delle Foibe, cancellando alcune vergognose scritte infanganti la memoria degli esuli gettati vivi nelle fosse e lasciati morire.
Il senso di questa iniziativa, ci viene chiarito da Matteo Rossino, responsabile provinciale di CP che ha dichiarato: "è il solito gesto vigliacco di anarchici e centri sociali, che nelle notti prima della commemorazione, imbrattano il quartiere Lucento. Noi che invece amiamo la nostra città ieri sera abbiamo deciso di andare a ripulire lo schifo lasciato da questi quattro disadattati. La cosa peggiore è che questi atti di vandalismo accadono sistematicamente nel silenzio più assoluto delle istituzioni, a queste persone tutto viene tollerato”.
“Gli antifascisti odiano l’Italia e gli italiani, mentre noi amiamo la nostra terra e per questo siamo sicuri che alla commemorazione di domani ci saranno, come sempre, centinaia di persone -continua Marco Racca, coordinatore regionale di CasaPound - e continueremo a ripulire ogni scritta che infanghi la memoria degli esuli gettati vivi nelle fosse e lasciti morire. Il nostro disperato amore per l’Italia non sarà di certo fermato da pochi ignoranti dei centri sociali”.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700