Giornata del Ricordo con 2 distinte manifestazioni i giovani di Fratelli d'Italia e Lega rendono omaggio alle vittime delle foibe - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 8 febbraio 2019

Giornata del Ricordo con 2 distinte manifestazioni i giovani di Fratelli d'Italia e Lega rendono omaggio alle vittime delle foibe

Si avvicina il giorno del ricordo del massacro delle Foibe e non mancano anche a Napoli gli eventi commemorativi. Per il giorno del ricordo, in città sono previste due distinti momenti di ricordo di questa immane tragedia.
Infatti i giovani della Lega hanno indetto una manifestazione in piazza dei Martiri alle ore 10.30 per ricordare, come spiega Nicholas Esposito, coordinatore dei giovani della Lega in Campania, "la tragedia delle Foibe che ha visto oltre 20 mila persone uccise dai partigiani di Tito solo per il fatto di essere italiane e che soltanto nel 2006 è stata riconosciuta dalla Repubblica Italiana dal momento che negli anni precedenti una certa sinistra politica e culturale ha sempre vergognosamente minimizzato o addirittura negato gli accadimenti delle Foibe".
Mentre nel pomeriggio, Gioventù Nazionale, l'organizzazione giovanile di Fratelli d'Italia, guidata da Roberta Salerno ha organizzato per domenica 10 febbraio alle ore 17,30 presso la stazione marittima di Napoli un momento di ricordo.
Il senso di questa iniziativa, ci viene chiarito, con maggiori dettagli, da una nota, diffusa alla stampa da Gioventù Nazionale che riportiamo per intero.
A partire dalla seconda guerra mondiale fino ai primi anni del dopoguerra, gli Italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia subirono razzie e soprusi di ogni genere da parte dei partigiani del comunista Tito.Troppi furono massacrati e infoibati.
Tutti gli altri furono costretti a scegliere tra la propria casa e la propria Patria, e scelsero l'Italia.
Per anni abbiamo combattuto affinché questa terribile pagina della storia d'Italia venisse portata alla luce, ma ancora oggi c'è chi cerca di giustificare questo massacro, queste violenze. Ancora oggi l'Anpi parla delle foibe come di un'invenzione fascista.
Ancora oggi le scuole di tutta Italia annullano e boicottano gli incontri che organizziamo su questo tema che sentiamo particolarmente nostro.
Noi vogliamo ricordare tutti i martiri delle Foibe e gli esuli giuliano dalmati, e lo faremo domenica 10 febbraio, alle ore 17.30 presso la stazione Marittima di Napoli.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700