Benevento:parchimetri «incappucciati», la protesta anti-strisce blu di CasaPound - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

mercoledì 27 febbraio 2019

Benevento:parchimetri «incappucciati», la protesta anti-strisce blu di CasaPound

I militanti sanniti di CasaPound Italia hanno coperto con sacchi neri alcuni parchimetri in diverse zone del capoluogo sannita. Il senso di questa protesta, ci viene chiarito, con maggiori dettagli, da una nota, diffusa alla stampa da Pasquale Piantedosi, referente cittadino del movimento politico guidato da Simone Di Stefano

Abbiamo incappucciato alcuni parchimetri per manifestare contro le strisce blu, che a Benevento sono sempre più estese, una scelta vergognosa da parte del Comune che specula sulla creazione di aree di posteggio a pagamento gestite da privati. A quanto pare i parcheggi a pagamento sono diventati indispensabili per coprire i buchi nelle casse comunali; parcheggi un tempo accessibili a tutti oggi sono diventati un lusso per tutta la cittadinanza”; queste le parole di Pasquale Piantedosi, referente cittadino di CasaPound.
“L’estensione della zona blu anche nei pressi dell’ospedale – continua Piantedosi - è vergognosa ed immorale, e la cosa grottesca è che spesso i pazienti e i loro parenti, oltre a dover pagare queste tariffe al Comune, devono pure fare i conti con i numerosi parcheggiatori abusivi, che nessuno caccia o persegue. I cittadini di Benevento devono sapere che buona parte delle zone a pagamento sono illegali perché violano quanto disposto nel Codice della strada. Secondo il Regolamento attuativo del codice della strada (DPR 495/1992, art.141), infatti, i margini della carreggiata devono essere segnalati con strisce di colore bianco e quel che ne risulta è che le strisce blu, in gran parte delle nostre città, sono realizzate all'interno della carreggiata, e perciò vanno eliminate. Inoltre sono illegittime le multe che vengono irrogate quando è scaduto il termine di sosta acquistato. Purtroppo però i Giudici di pace, organo che deve decidere sulle opposizioni alle multe ingiuste, tendono sempre a salvaguardare le casse dei comuni a discapito delle tasche dei cittadini”.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700