Vestiti da nazisti nel giorno della Memoria: accade nel bolognese. Lo sdegno del sindaco - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 29 gennaio 2019

Vestiti da nazisti nel giorno della Memoria: accade nel bolognese. Lo sdegno del sindaco

"La polizia municipale sta eseguendo accertamenti e provvedendo, in collaborazione con le altre istituzioni, alle segnalazioni del caso".
Lo scrive, sulla pagina Facebook di Lizzano in Belvedere,comune di poco più di 2 mila abitanti della città metropolitana di Bologna, il sindaco Elena Torri riferendosi alle quattro presone che domenica, nel giorno della Memoria, sono state viste nei pressi di un rifugio trai boschi con le divise delle truppe di montagne delle Ss.Tali persone sono state identificate, ha aggiunto il sindaco, al di là di quelli che saranno i riflessi giudiziari di questa vicenda,voglio dichiarare con forza che comportamenti di questo tipo sono inaccettabili e dimostrano una irresponsabilità profonda.

Il nazifascismo, ricorda il sindaco Elena Torri, è stato il male assoluto. Usare gesti e simboli per ricordarlo, in concomitanza con il giorno della Memoria è da considerarsi riprovevole e quantomeno moralmente delittuoso.



Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700