La Lombardi sfida Salvini: ora andrai con la ruspa a CasaPound? - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

martedì 29 gennaio 2019

La Lombardi sfida Salvini: ora andrai con la ruspa a CasaPound?



 

"Bene ok a sgombero CasaPound. La tutela della legalità non ha colore politico e non può esservene una di serie A e una di serie B. Matteo Salvini, ti presenterai anche lì con la ruspa?". Così in una nota la capogruppo M5s in Consiglio regionale del Lazio Roberta Lombardi. Immediata la replica del vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini: "Come da programma concordato dalla Prefettura di Roma, procederemo con l’operazione sicurezza e sgombero di tutte le occupazioni illegali, nessuna esclusa, apartire già  dai prossimi giorni dalle situazioni più pericolose per l’instabilità  delle strutture e da quelle per cui ci sono richieste di sequestro giudiziario in corso".  

Sì dell'assemblea capitolina allo sgombero di CasaPound

L’assemblea capitolina ha approvato a maggioranza una mozione proposta dal Pd, primo firmatario Giovanni Zannola, che impegna la sindaca Virginia Raggi "ad intervenire presso il Ministero degli Interni, il prefetto e il questore" affinché sia predisposto lo sgombero immediato dell’edificio di Via Napoleone illegalmente occupato dall’associazione CasaPound Italia". Oltre al Pd ha votato a favore il Movimento 5 Stelle. Voto contrario di 4 consiglieri di centrodestra.
 Il provvedimento richiede anche di "proseguire il percorso di permuta dell’immobile finalizzato alla sua riqualificazione, avviando un percorso di confronto con la cittadinanza e le Istituzioni territoriali per deciderne l’utilizzo futuro". L’immobile di via Napoleone III è occupato dal 26 dicembre del 2003, dopo l’ingresso di un gruppo di militanti dell'area non conforme romana. In epoca fascista il palazzo  ospitava l’ente per l’istruzione media e superiore mentre dal 1963 è divenuto sede di uffici del ministero dell’Istruzione.
Negli anni successivi all’occupazione il Ministero ha comunicato al demanio dello Stato le cessate esigenze di utilizzo del palazzo. Nel rimpallo di competenze tra enti dello Stato sulla titolarità della gestione dell’immobile sono trascorsi quindici anni e il sollecito di sgombero è rimasto sempre lettera morta. 

Astorre(Pd),su sgombero Casapound Salvini passa a fatti

  "La mozione del gruppo Pd al Campidoglio sullo sgombero dello stabile occupato da CasaPound approvata oggi è un primo passo avanti sulla via della dignità e della legalità . Ci auguriamo che, seppur distratto da problemi di cui è responsabile, Salvini passi ai fatti e metta fine a quella vergogna". Lo scrive in una nota il segretario del Pd Lazio, senatore Bruno Astorre.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700