Nardulli (Avanguardia): pronta una querela per diffamazione per i giornalisti de L'Espresso - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

mercoledì 9 gennaio 2019

Nardulli (Avanguardia): pronta una querela per diffamazione per i giornalisti de L'Espresso

Vincenzo Nardulli, leader romano di Avanguardia, denunciato insieme a Giuliano Castellino in seguito alla aggressione subita al cimitero del Verano da un giornalista ed un fotografo del settimanale l'Espresso passa al contrattacco. In un post pubblicato sulla sua pagina Facebook annuncia il deposito di una denuncia per calunnia e una querela per diffamazione nei confronti del giornalista e del fotografo del noto settimanale.

Oggi insieme ai miei legali depositerò una denuncia per calunnia e una querela per diffamazione contro i pennivendoli dell’espresso, a seguire risarcimento danni morali. Abbiamo prove testimoniali e video, alcune delle quali già rese note, che testimoniano che non c’è stata alcuna violenza.
Gli scribacchini che in un primo momento avevano dichiarato di non aver subito alcuna violenza a distanza di ore si presentavano in questura e dichiaravano esattamente il contrario. E' vero: a caldo le botte non si sentono, i dolori si accusano dopo un paio d’ore. 
Hanno giustificato la loro presenza sbandierando il diritto di cronaca, ma se così fosse perché scattavano foto e filmati nascondendosi dietro alberi e lapidi? Perché non si sono accreditati? Perché uno di loro aveva una foto di una bimba di 6 anni con la quale non ha nessun legame di parentela? Chiamerò come testimoni per confermare le mie asserzioni gli stessi poliziotti di servizio. Ne vedremo delle belle ! ! !

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700