Giacinto Reale, il presente al Verano: bello nella sua semplicità ed anche commovente - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 7 gennaio 2019

Giacinto Reale, il presente al Verano: bello nella sua semplicità ed anche commovente

 Giacinto Reale, vecchio dirigente del Movimento Sociale Italiano a Bari, autore di interessanti saggi sullo squadrismo tra cui ricordo "Racconti Squadristi", se non ci conoscete, di cui consiglio una attenta e approfondita lettura, prezioso collaboratore di questo blog dalla sua pagina Facebook, con un post che pubblichiamo fedelmente ci racconta la sua partecipazione al presente in onore di tutti i camerati caduti sulla via dell'onore organizzato dalla comunità di Avanguardia alla quale hanno aderito Forza Nuova, Rivolta Nazionale, Fiamme Nere ed il circolo culturale Identità e Tradizione.



La cerimonia al Verano, in onore dei caduti di Acca Larentia, è appena terminata, e sto tornando a casa.
Bella, nella sua semplicità, e anche commovente....o sarà che sono anziano ormai, e gli occhi mi si inumidiscono con facilità.

La cosa più bella, in assoluto, è stato vedere, quando, a gruppi di tre, entravamo nel Sacrario, per un minuto di raccoglimento e omaggio, uno scricciolo di ragazza, molto carina, sui diciassette credo, che, invece di fare, come tutti gli altri, il saluto legionario o irrigidirsi in silenzio, si è messa sugli attenti e ha salutato romanamente.
E' quello l'unico saluto che io conosco.....e così, quando è stato il mio turno, l'ho imitata, e di colpo mi è sembrato di essere tornato il giovanottello che in piazza scandiva: "Italia,Europa, Rivoluzione".
Grazie, sconosciuta giovane camerata, che non saprai mai quanto importante sia stato, per questo vecchio rudere, quel tuo saluto.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700