Parma: No alla sala civica per Fiore. Forza Nuova: "Abbiamo pagato, faremo l'incontro" - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

martedì 16 ottobre 2018

Parma: No alla sala civica per Fiore. Forza Nuova: "Abbiamo pagato, faremo l'incontro"

Il comune di Parma ha negato la concessione di una sala pubblica per un convegno organizzato da Forza Nuova, intitolato Il mio viaggio in Siria e Libia, l'impegno di Roberto Fiore in Medio Oriente.

Il movimento politico guidato da Roberto Fiore aveva chiesto la disponibilità di una sala comunale nel quartiere di San Pancrazio per venerdì 19 ottobre ma come ha comunicato il vice sindaco Marco Bosi non ci sono le condizioni per concedere l'utilizzo dello spazio.
L'esponente della giunta Pizzarotti ha spiegato, nel corso del consiglio comunale, che Forza Nuova, a cui gli uffici comunali avevano dato una prima disponibilità,non ha presentato un’autocertificazione (richiesta dal Comune) che attesti l’aderenza ai principi antifascisti e ai valori costituzionali. La concessione dunque non verrà firmata.
Nello scorso mese di maggio il Comune di Parma aveva condiviso e sottoscritto con enti e associazioni un protocollo d’intesa per la promozione e la difesa della democrazia, nel quale figura, tra gli altri, l’impegno a «garantire, anche tramite apposite modifiche regolamentari, che la collaborazione offerta alla società civile nella sua più ampia articolazione organizzativa e associativa (patrocini, contributi, concessioni sale civiche, eccetera) venga subordinata al riconoscimento da parte dei soggetti destinatari della condivisione dei principi costituzionali e alla dichiarazione di rispetto, da parte degli stessi, della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione Italiana (secondo la quale 'è vietata la ricostituzione sotto qualsiasi forma del disciolto partito fascistà) della L. 20 giugno 1952 n. 645 (legge Scelba), della L. 25 giugno 1993 n. 205 (Legge Mancino) e loro successive modifiche».

La scelta di non concedere la sala civica di San Pancrazio è stata rivendicata anche da  Federico Pizzarotti. "Assieme all’associazione nazionale dei partigiani e alle sigle sindacali - ha sottolineato il sindaco di Parma su Facebook - avevamo firmato un protocollo d’intesa: l’antifascismo e’ un valore fondante di Parma e per questo lo avremo difeso sempre, nonostante e soprattutto i tempi bui. Perciò, no alla sala civica a Forza Nuova. A Parma c’e’ un detto che vive ancora: ’Balbo, avrai pure passato l’Atlantico, ma non passi La Parma’". 
Immediata la risposta di Forza Nuova, che in un comunicato diffuso alla stampa, ha fatto sapere di non aver mai ricevuto un comunicato di revoca della concessione della sala civica, nonostante l'accordo scritto e timbrato dal comune con relativo bonifico, di pagamento della sala, senza ricevere nessun documento con la disdetta. Forza Nuova, di fronte a questa ingiustizia, non si fermerà e l'incontro di venerdì 19 ottobre avrà luogo come promesso.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700