venerdì 13 luglio 2018

Oltre 220 amministratori locali scelgono Fratelli d’Italia. Meloni: la nostra serietà vince

Ma il cielo è sempre più blu come cantava Rino Gaetano. Oltre duecentoventi amministratori( sindaci, assessori, consiglieri comunali e regionali) disseminati su tutto il territorio nazionale hanno aderito a Fratelli d'Italia.

In una sala gremita, a due passi da Piazza di Spagna, Giorgia Meloni ufficializza alla stampa ed all'opinione pubblica questo straordinario traguardo che conferma la crescita costante di Fratelli d'Italia.
E' un momento eccezionale, ricorda la Meloni, dal 4 marzo in poi, abbiamo collezionato successi, gli italiani hanno scelto il blu ed il movimento continua a crescere, diventando, in gran parte di comuni capoluogo che sono andati al voto, il secondo partito del centro destra.
Queste nuove adesioni sono la naturale prosecuzione del nostro lavoro sul territorio e del consenso crescente.
Viterbo, Pisa, Siena, Massa, Catania, Ragusa, Siracusa, Messina, Brindisi, Ancona, Teramo: sono solo alcune delle città nelle quali Fratelli d’Italia ha registrato un aumento esponenziale portando nelle istituzioni locali i suoi rappresentanti, radicati nei territori.
Sulle note di Rino Gaetano, dietro il palco scorrono le immagini di un audio-video con le testimonianze del manipolo di nuovi entrati, il parterre e la platea indossano rigorosamente una shirt blu-azzurro in risposta all'iniziativa delle magliette rosse dei radical chic che chiedono più accoglienza. 
Quando abbiamo annunciato l’iniziativa tre giorni fa erano 180, oggi ne annoveriamo 220 dichiara il leader di FdI, stiamo assistendo a un vero smottamento verso il nostro movimento. Il nostro lavoro di serietà alla lunga paga perché Fratelli d’Italia non fa scappatelle, non cambia idea da un giorno all’altro. Siamo l’unico partito a non subire la crescita degli altri, il nostro consenso è frutto di riflessione, il voto per noi dura», «se è vero che Salvini è leader molto forte, Fdi sta aggregando più che mai, oltre 220 amministratori ora scelgono noi»
Il prossimo obiettivo sono le elezioni europee e il superamento della quota del 4% necessaria e sufficiente per conquistare seggi all'Europarlamento. Una soglia alla portata del movimento politico guidato da Giorgia Meloni anche grazie a questi nuovi ingressi nel partito, di 220 amministratori, provenienti per lo più da Forza Italia, dalle liste civiche, dalla Lega ed anche dal Movimento Cinque Stelle. 
Si tratta, come tiene a precisare Giorgia Meloni, di persone che provengono dal territorio e no da listini bloccate, sono state votate dal corpo elettorale e sono la classe dirigente attiva e fattiva che piace.

0 commenti:

Posta un commento