Ancora guai per Giuliano Castellino litiga e aggredisce i poliziotti. Il tribunale di sorveglianza ne chiede l'arresto - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

martedì 17 luglio 2018

Ancora guai per Giuliano Castellino litiga e aggredisce i poliziotti. Il tribunale di sorveglianza ne chiede l'arresto

Neanche il tempo di finire di scontare una condanna agli arresti domiciliari, che già il tribunale di sorveglianza ne richiede di nuovo l'arresto.
Giuliano Castellino, coordinatore romano di Forza Nuova è al centro di una nuova vicenda giudiziaria: è accusato di aver aggredito la scorsa settimana alcuni poliziotti che lo avevano fermato in via Ottaviano.
Infatti lunedì 9 luglio, alcuni poliziotti del reparto volontani lo fermano in via Ottaviano, a pochi passi dalla storica sede del Movimento Sociale Italiano, mentre discuteva animosamente con un altro esponente della destra radicale cittadina.
Secondo alcune indiscrezioni, tutt'ora al vaglio degli inquirenti, Castellino avrebbe puntato ad occupare quella sezione che è tra i beni immobili della fondazione Alleanza Nazionale.
Una lite accesa, secondo gli agenti, che hanno fermato Castellino per l'identificazione. Anche in questa occasione il leader romano di Forza Nuova sarebbe andato in escandescenza lanciano improperi e spintoni che gli sono costati una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.
Per l'avvocato Giuliano Castellino non avrebbe aggredito gli agenti ma avrebbe opposto una resistenza pacifica al solo fine di non entrare in auto.


Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700