mercoledì 6 giugno 2018

Francesca Mambro: "Mai stata un'estremista di destra. Garantivamo la sopravvivenza del Msi"

«Non sono un'estremista di destra e non lo sono mai stata. Sono stata nell'Msi e nel Fronte della Gioventù, poi sono entrata in clandestinità». 

Lo ha detto Francesca Mambro, oggi in udienza per la terza volta nell'ambito del processo che vede imputato Gilberto Cavallini per concorso nella strage di Bologna. L'imputato è sempre assente. L'ex Nar, condannata in via definitiva e ora testimone, è stata poi incalzata dal presidente della Corte D'Assise Michele Leoni che le ha chiesto: «Visto che sicuramente non eravate di sinistra, nella contrapposizione con i 'rossi' come vi ponevate?». 

Domanda a cui Mambro ha risposto con un lungo discorso: «Noi eravamo militanti del Msi quelli che garantivano una condizione di vivibilità e sopravvivenza al partito. Senza di noi sarebbero stati attaccati e non avrebbero potuto nemmeno tenere un comizio. Era una destra non estremista, una destra che generò un conflitto acuto», ha detto tra l'altro. LEGGI TUTTO

0 commenti:

Posta un commento