venerdì 25 maggio 2018

Sarà processato il leader romano di Forza Nuova, Giuliano Castellino


Andrà, ancora una volta a processo, Giuliano Castellino, leader dell'organizzazione identitaria Roma ai Romani e dirigente di Forza Nuova, Giuliano Castellino.

Questa volta è accusato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale per aver picchiato, lo scorso 23 agosto agenti della Digos intervenuti sotto alla sede del quotidiano cattolico l'Avvenire, in piazza Indipendenza.
Gli uomini della Divisione Investigazioni Generali ed Operazioni Speciali erano accorsi in piazza Indipendenza per bloccare una protesta organizzata da Forza Nuova contro le posizioni di appoggio ai migranti portante avanti dal quotidiano della Conferenza Episcopale Italia.
Nella tarda mattinata di ieri  Castellino, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari da 8 mesi, ha risposto agli inquirenti rivendicando la protesta come un gesto squisitamente politico dichiarando: è inutile che voi magistrati mi trattate come un delinquente, è inutile che mi chiedete di non commettere reati, questi sono atti politici. 
Io la smetterò di compiere reati quando voi la smetterete di licenziare cittadini romani e di sfrattarli»


Questo però non è l’unico processo della giornata a carico di Castellino. Il leader di «Roma ai romani» è comparso al banco degli imputati anche per gli scontri contro la polizia del 21 febbraio scorso. 
Castellino, in quella circostanza, aveva preso parte alla manifestazione di tassisti e ambulanti sotto alla sede del Pd, a Largo del Nazareno. Per questo procedimento l’udienza è stata rinviata al 22 ottobre prossimo.

1 commenti:

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento