martedì 1 maggio 2018

Palinuro, droga nel centro d'accoglienza per migranti. L'ira del senatore Iannone (Fdi): cacciateli via

All'alba di lunedì 30 maggio i carabinieri della compagnia di Sapri, con l'ausilio del nucleo cinofili di Sarno hanno fatto un blitz nel centro di accoglienza di Palinuro, arrestando una persona ritenuta responsabile di un giro di spaccio di droga.
L'operazione dei militari rientra in una più ampia attività di contrasto al traffico di stupefacenti ed altre attività illecite che avrebbero all'interno della struttura.
Secondo le ricostruzioni operate dagli uomini delle forze dell'ordine, alcuni migranti si sarebbero occupati di acquistare gli stupefacenti nel napoletano, probabilmente da gruppi camorristi per poi rivenderli a persone del posto. A testimonianza di questi attività illegali, anche alcune foto in cui gli extracomunitari si mostrano con delle foglie di marijuana.
Sulla questione droga nel centro d'accoglienza per migranti a Palinuro, rinomata località turistica, è intervenuto con una nota, diffusa alla stampa, il senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone che ha dichiarato:  "la tracotanza di questi immigrati che infestano una perla turistica qual è Palinuro merita la risposta ferma dello Stato". 
Vengano immediatamente sbattuti fuori dall'Italia per fare i delinquenti ci sono i propri paesi d’origine. Non si possono permettere scene di questo tenore, non si può consentire di imperversare in una realtà che ha fatto la storia del turismo italiano e che solo le politiche del PD e la molle presenza di suoi collaterali amministratori locali poteva rendere possibile insediamento di questa gentaglia. Evidentemente avranno pensato di essere in vacanza e di potersi consentire ogni libertà, dallo champagne alla droga.
 Questo è il vero volto dell’accoglienza: gli Italiani onesti disoccupati e a casa, gli immigrati a Palinuro con droga e champagne».

0 commenti:

Posta un commento