martedì 15 maggio 2018

Maddaloni, il pasticciaccio brutto di Fratelli d'Italia: ricusata la lista


Maddaloni, comune di quasi 40 mila abitanti della provincia di Caserta è uno dei quasi 800 comuni italiani chiamati al voto amministrativo previsto per domenica 10 giugno.
Negli anni passati il comune casertano è stato al centro di alcune vicende giudiziarie fino allo scioglimento e alla nomina del commissario il 1 agosto 2017.
A contendersi la fascia tricolore di primo cittadino sono in sei: Andrea De Filippo, espressione del centro destra sostenuto da Forza Italia ed Unione di Centro e da ben 8 liste civiche, Angelo Campolattano, candidato per il Partito Democratico, 
Tina Santo, per il Movimento Cinque Stelle, Mario D'Addiego per Progetto Maddaloni, Pasquale Giordano per Maddaloni con Giordano, Bruno Cortese, sostenuto da ben 4 liste civiche.
Grande assente di queste elezioni comunali è Fratelli d'Italia, il movimento politico guidato da Giorgia Meloni che alle scorse politiche in città aveva conquistato, alla Camera dei Deputati 582 preferenze pari al 3,30% che aveva candidato a sindaco il consigliere uscente, ex Forza Italia, Franco Merola.
Il geometra, pochi giorni fa, aveva abbandonato Forza Italia, partito di cui è stato consigliere comunale per dissenso con il candidato sindaco Andrea De Filippo ed era approdato in Fratelli d'Italia, formazione politica per la quale sarebbe dovuto essere candidato a sindaco.
La sottocommissione elettorale ha deciso l'esclusione della lista di Fratelli d'Italia in considerazione del fatto che tra i firmatari della stessa c'erano diverse persone che avevano già apposto il proprio autografo su altre formazione civiche o politiche impegnate in questa competizione.
Scontato il ricorso al Tar che dovrà essere presentato nel giro dei prossimi 3 giorni. Già quattro anni fa la lista fu coinvolta in un caso simile.

0 commenti:

Posta un commento