domenica 13 maggio 2018

L’ultima follia di Pd e 5s: arrivano i semafori gay agli incroci di Torino. La protesta di Forza Nuova

In vista del Torino Pride, previsto per il 17 giugno, I movimenti Lgbt si sono mossi per convincere i politici a rendere più accogliente la città.  In che modo? Mettendo agli incontri delle strade niente poco di meno che dei semafori gay friendly.
Un esperimento lanciato in uno dei quartieri più popolari del capoluogo piemontese su iniziativa di un consigliere del Partito Democratico Eleonora Averna, approvato durante l'ultimo consiglio della prima circoscrizione con la contrarietà del centro destra che si è rifiutato di partecipare al voto.

La Circoscrizione 1 avrà presto nuovi semafori che, al posto delle classiche luci, avranno delle mascherine personalizzate con coppie di uomini e di donne che si tengono per mano. Il semaforo rainbow verrà posizionato, in via sperimentale, in via Roma all’angolo con via Bertola.
L'idea dei semafori gay friendly non piace per nulla a Luigi Cortese, segretario regionale del Piemonte di Forza Nuova che in una breve note, diffusa alla stampa, dichiara : nella Torino ideale del Partito Democratico e del Movimento Cinque Stelle i   problemi gravi ed imminenti da risolvere sono i semafori gay friendly, perché nella loro Torino immaginaria non esite disoccupazione, crisi e persone che vivono in auto, la loro Torino immaginaria è una città a misura di gay e clandestini, la loro Torino dimentica gli italiani.

1 commenti:

Ma non vedete 3 mesi senza governo in piena crisi pieni di Negri vi umiliano a tutte le maniere LA loro fine si accellera ormai e' nell'aria si capisce vogliono I'll Ritorno Dei Fascisti forza nuova e casa pound basta che diano una spallata e a Roma viene giu tutto ,cosa aspettano! Digitate " generale pappalardo arresta LA lorenzin "Grande !!!

Posta un commento