lunedì 30 aprile 2018

La comunità militante casertana ricorda Andrea Della Peruta nel ventiseiesimo anniversario della sua morte

Ovunque tu sia, sei con altri Fratelli, ma resti dentro di noi. Camerata Andrea, Presente.
Con questo manifesto, la comunità militante casertana ricorda un suo giovane militante Andrea Della Peruta, andato oltre il 30 aprile di 26 anni fa.
Una comunità, quella militante casertana, come molte altre, sparse su e giù per lo stivale, soprattutto quelle di provenienza dal Movimento Sociale Italiano, che quale siano state le scelte individuali differenti, si trova e ritrova soprattutto per onorare i propri morti con il classico rito del presente, come ci ricorda questa nota, firmata dalla comunità militante casertana che riportiamo per intero.


1992/2018: sono 26 anni, oggi, 30 aprile. La Comunità Militante di Caserta, quali che siano le eventuali scelte individuali differenti, quale che sia il momento contingente, si trova e si ritrova. Perché non ha dimenticato Andrea, uno dei Camerati migliori in assoluto, che allora andò Oltre. E ne esterna, e trasmette, la Memoria, perché ne resti, anche all'esterno, il Ricordo, e perché sappia, anche chi non poté conoscerlo, Chi era, Chi è, Andrea, che, malgrado lo scorrere inesorabile del tempo, resta "PRESENTE". I parametri con i quali si valuta l'impatto dell'informazione sono altri, rispetto a qualche anno fa. Si è modificato perfino l'approccio individuale, rispetto a quel che ci circonda ed accade, vicino e lontano. È cambiata la comunicazione nella sua stessa essenza, e, con essa, è cambiato il suo, e nostro, modus operandi. L'inconfondibile odore di colla e carta, appartiene ad un segmento ormai per forza di cose ristretto e minoritario, rispetto alla rete che riceve e prende, amplifica e diffonde, la notizia, il messaggio, la comunicazione... il Ricordo. ... quegli odori, l'adrenalina, la consapevolezza di un manipolo di fratelli che si muovono all'unisono, compatti anche se divisi su spazi differenti, per agire dovunque nello stesso tempo, ed il ritrovarsi ancora tutti insieme, all'alba, "stanchi, sporchi, ma felici", donano sensazioni che sono e restano impagabili... ...tuttavia è qui, sul web, nel mondo virtuale, che abbiamo nuove frontiere da varcare, confini prima da ridisegnare e poi da difendere, per superarli ancora, ed vasti spazi da ampliare, conquistandone di nuovi, da fortificare...per ripartire veloci, perché su queste strade non si cammina, non si corre, ma si vola, anche se su queste piazze ci si attarda, si dialoga, ci si confronta, si discute, a volte ci si scontra... ma sono questi, angolo per angolo, muro per muro, strada per strada, per quanto virtuali, i luoghi da coprire con questo manifesto, quello che per questa Comunità è, ormai, "il" manifesto, quello per Andrea, quello del 30 aprile. Una data maledetta. E questo manifesto che ormai a 360° tutti conoscono e riconoscono, rinnovato sempre nella grafica, ripropone lo stesso messaggio, Camerata Andrea PRESENTE!! Perché è così, ancora è con Noi, dentro di Noi. E ce lo ritroveremo al fianco, quando verrà il momento, e combatteremo, INSIEME, l'Ultima Battaglia.

0 commenti:

Posta un commento