lunedì 30 aprile 2018

Crotone ricorda Sergio Ramelli

Nel pomeriggio di domenica 29 aprile, i militanti crotonesi di Forza Nuova hanno deposto una corona di fiori ed effettuato il rito del presente in ricordo di Sergio Ramelli, vittima innocente dell'odio politico la cui unica colpa fu, quarantatré anni fa, di essere iscritto e militante del Fronte della Gioventù, organizzazione giovanile dell'allora Movimento Sociale Italiano.
Una colpa tanto grave, in un periodo storico, come quello degli anni settanta, caratterizzato da odio e violenza da meritare di essere barbaramente aggredito da un gruppo di militanti do Avanguardia Operaia, armati di chiavi inglese modello Hazet 36 e colpito ripetutamente e selvaggiamente in diverse parti del corpo.
A seguito dei duri colpi ricevuti il giovane Sergio perse i sensi e fu lasciato esangue al suolo. Era il 13 marzo del 1975. Sergio Ramelli morirà il 29 aprile del 1975, dopo 47 giorni di agonia.
In suo onore, in una via della città che porta il suo nome, grazie alla sensibilità dell'ex sindaco di Crotone, Pasquale Senatore, primo sindaco missino della città calabrese, i militanti di Forza Nuova, guidati dal coordinatore regionale Davide Pirillo hanno deposto una corona di fiori e dato vita al rituale del presente.

0 commenti:

Posta un commento