Anche CasaPound in piazza contro De Magistris e la sua giunta comunale - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

sabato 14 aprile 2018

Anche CasaPound in piazza contro De Magistris e la sua giunta comunale


Verità per Napoli. No alla cattiva amministrazione. Salviamo la città dei fallimenti, dai disastri e dai debiti di un Sindaco ciarlatano.
Questo è il testo di un manifesto, con il quale viene rese nota alla stampa ed all'opinione pubblica la manifestazione- presidio indette da alcune associazione civiche cittadini, alla quale hanno aderito forze politiche come il Partito Democratico, Lega Nord  prevista per sabato 14 aprile con inizio alle ore 10,30 in piazza Trieste e Trento.


Alla manifestazione, su invito di alcuni associazioni cittadine parteciperà anche Casa Pound , come ci conferma questa nota, diffusa alla stampa, pubblicata sulla pagina Facebook di Casa Pound Napoli.
Nota che pubblichiamo per intero.

 Sabato 14 aprile, saremo in piazza accettando l’invito delle associazioni cittadine, per dar vita ad una protesta di controinformazione, contro le menzogne del sindaco Luigi De Magistris, che definisce il debito che ha contratto la città di Napoli “illegale, ingiusto ed odioso”.


Da sempre sosteniamo che l’amministrazione comunale, e dunque il sindaco in prima persona, siano gli unici artefici del dissesto finanziario che attanaglia la nostra città, ormai in deficit da anni.

Oggi i cittadini napoletani vedono servizi pubblici negati, un sistema dei trasporti totalmente decadente ed inefficiente, la raccolta differenziata al palo, una manutenzione urbana inesistente, periferie abbandonate ed illegalità diffusa in ogni angolo della città: l’unica persona colpevole di tutto ciò è appunto il sindaco De Magistris, che, nel vano tentativo di far cassa, cerca di svendere il patrimonio immobiliare napoletano.

Invitiamo dunque tutta la cittadinanza domani alle ore 10:30 in Piazza Trieste e Trento a partecipare al sit-in di controinformazione, contro un sindaco che vuole farsi scudo con i propri cittadini pur di non assumersi responsabilità e colpe, e mentendo a proposito di un debito di cui è l’unico artefice.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700