mercoledì 21 febbraio 2018

Raid di Palermo/8: due fermi e 4 denunce per il tentato omicidio di Ursino

Due militanti dell'area antagonista palermitano sono state fermate per il pestaggio del segretario provinciale di Forza Nuova Massimo Ursino, bloccato e immobilizzato nella centralissima via Dante ieri sera intorno alle 19. L'accusa è di tentato omicidio. I due sospettati sono Giovanni Codraro, 25 anni, e Carlo Mancuso, 27 anni, già noti alle forze dell'ordine per precedenti specifici. I due sono stati individuati grazie alle videocamere presenti nella zona dell'aggressione. Altre quattro persone, tra le quali vi sarebbe una ragazza (quella che avrebbe girato le immagini diffuse sui social (vedi qui) e che dice durante le riprese: "non è successo niente, è uno scherzo", per rassicurare i passanti mentre la vittima lancia urla selvagge) sono state denunciate a piede libero per lo stesso reato. Le indagini sono state condotte dalla Digos che ha perquisito i locali di uno studentato occupato, il "Malarazza", all'interno di un istituto per sordomuti, conducendo alcuni giovani in Questura per accertamenti. Gli elementi raccolti dagli investigatori a carico dei due fermati, insieme alle immagini delle telecamere di sorveglianza della zona dove è avvenuta l'aggressione, hanno consentito di far scattare i provvedimento.

0 commenti:

Posta un commento