venerdì 5 gennaio 2018

Vicenza arriva la befana tricolore per i bambini in ospedale. Per l'Anpi è una provocazione intollerabile

(G.p) Una nota congiunta di Forza Nuova e Movimento Italia Sociale, diffusa alla stampa, annuncia la nascita del progetto Befana Tricolore nell'ambito del programma di Solidarietà Nazionale attraverso il quale i 2 movimenti stanno aiutando oltre 40 famiglie italiane in tutto il territorio provinciale.

Sabato 6 gennaio, in occasione della festa dell'Epifania, i militanti dei due movimenti andranno a far visita ai bambini meno fortunati che stanno trascorrendo queste festività in un letto d'ospedale per donare loro giochi e calze con dolciume.
Una "Befana tricolore" che non poteva non scatenare polemiche politiche sostenute per lo più dalla locale sezione dell'associazione nazionale partigiani d'Italia che in una nota,che pubblichiamo per interno, parla di provocazione intollerabile, annunciando presidi democratici ed antifascisti fuori gli ospedali dove i militanti di Forza Nuova e Movimento Italia Sociale andranno a portare le calze.


Due formazioni neofasciste (Forza Nuova e Mis) hanno lanciato l'ennesima provocazione ("Arriva a Vicenza la Befana Tricolore: è una rievocazione o una riedizione della Befana Fascista? Ragionare prima di erigere barricare", ndr). Dopo aver tentato di commemorare la marcia su Roma del 1922, ora vogliono ricordare la "befana fascista" del 1928. La loro iniziativa, ammantata di spirito benefico, è solo un ulteriore tentativo di rimettere in campo simboli e riti del regime fascista, che tanta sofferenza, tanto dolore, tanti morti è costato all'Italia e alle italiane e italiani.
Si rivolgono ai bambini nel giorno della befana, che, secondo la tradizione, gira il mondo a portare doni a tutte le bambine e tutti i bambini "senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di condizioni personali e sociali", come recita la nostra Costituzione antifascista.
Il ventennio è stato sconfitto grazie alla pagina luminosa della Resistenza, che ha permesso di riscattare l'onore della patria, e all'intervento delle armate alleate, che hanno contribuito a far cessare la guerra.
Forza Nuova e Mis vogliono presentarsi negli ospedali vicentini con le calze della "befana tricolore" (tricolore italiano riconosciuto come simbolo della Repubblica dall'art. 12 della Costituzione), per una sceneggiata che non può essere tollerata.
Noi ci impegneremo per respingere questo ennesimo tentativo di rilegittimare le pagine più tristi e dolorose della storia del nostro Paese. Non è accettabile che usino strumentalmente il tricolore coloro che si richiamano al regime che offese la Patria consegnandola ad Hitler e ai nazisti.
Non è accettabile che ci si richiami a identità, socialità, tradizione, quando queste parole vengono stravolte e usate per chiusure identitarie, esclusione, richiamo a tradizioni nefaste, usate contro altre culture e tradizioni.
Ricordiamo che nel 1938 il regime fascista deliberò le tragiche leggi razziali, vergogna di un regime e di una nazione. 
Invitiamo tutte le donne e uomini sinceramente democratici a respingere questa nuova provocazione e ad impedire che costoro entrino negli ospedali della provincia per un rito che è offensivo per le persone sinceramente democratiche e per i bambini ai quali intendono rivolgersi.
Invitiamo a partecipare numerosi ai presidi democratici e antifascisti che terremo davanti agli Ospedali di Arzignano, Santorso e Vicenza sabato 6 gennaio.
Chiediamo alle Istituzioni e a Prefetto e Questore di attivarsi e utilizzare gli strumenti a loro disposizione per impedire che questa manifestazione inaccettabile possa svolgersi. 
Agli amministratori comunali della provincia rivolgiamo l'appello a raccogliere con urgenza l'appello che abbiamo lanciato qualche tempo fa affinché siano approvate delibere finalizzate ad impedire l'utilizzo di spazi e luoghi pubblici ad associazioni o gruppi politici che non dichiarino la loro adesione alla Costituzione e l'impegno a non dichiarare o esporre parole o simboli legati a fascismo e razzismo.

1 commenti:

Io capisco l'incredulita' per ALCUNI nel vedere l'anpi cosi Bastian contraria ,ma e' normale questi dell'anpi stanno con i vincitori con chi gli da LA grana ,l'Accomodante Giusto crea buoni AMICI anzi ottimi questi dell'anpi si dipingerebbero di Nero pur di far piacere al padrone ,LA buona grana ebrea comanda su tutti gli spiriti

Posta un commento