martedì 16 gennaio 2018

Pestato da un commando il segretario napoletano di Rifondazione comunista


Nel pomeriggio di lunedì 15 Gennaio, nei pressi di Piazza Nicola Amore a Napoli, è stato aggredito da tre uomini incappucciati  Giuseppe Sgrò, segretario del circolo cittadino di Rifondazione Comunista di Napoli. Un comunicato della segreteria provinciale del PRC sottolinea che "sebbene sembrerebbe essere stata una rapina non andata a segno, le modalità somigliano a quella di un'aggressione mirata. Giuseppe, dopo esser stato accerchiato e bloccato alle spalle, è stato più volte colpito al volto davanti agli occhi attoniti passanti". 
Soccorso e condotto in ospedale dai vigili urbani l'attivista ha subito una frattura del setto nasale e diverse escoriazioni. Al momento tutte le ipotesi sono al vaglio degli inquirenti. Giuseppe Sgrò ha 34 anni ed è figlio di Elena Coccia, avvocato delle donne e consigliere comunale a Napoli, stretta collaboratrice del sindaco de Magistris. Sgrò è un precario della cultura e impegnato come volontario nell’associazione di promozione culturale Divago, occupandosi spesso di visite guidate e laboratori didattici.

0 commenti:

Posta un commento