giovedì 25 gennaio 2018

La perdita dei diritti politici, ferma la candidatura di Giuliano Castellino con Italia agli Italiani

Giuliano Castellino, leader del gruppo identitario Roma ai Romani nonché dirigente nazionale di Forza Nuova agli arresti domiciliari  e sottoposto alla misura di prevenzione speciale della sorveglianza speciale per un anno per gli scontri al Trullo dello scorso 28 ottobre non potrà essere il capolista del cartello elettorale Italia agli Italiani, composto da Fiamma Tricolore e Forza Nuova.
A dare la notizia è una breve dichiarazione pubblicata sul profilo Facebook del movimento da parte del segretario nazionale Roberto Fiore, che pubblichiamo per intero.

"Ci giunge inoltre notizia che Giuliano Castellino, ingiustamente agli arresti da fine settembre per aver contestato lo sfratto di una famiglia italiana a favore di una famiglia extracomunitaria, è stato privato oggi, con un provvedimento di Polizia, dei suoi diritti politici e non potrà quindi capeggiare la compagine di Italia agli Italiani a Roma"."E' chiaro il disegno di stile un po' antico e veterocomunista di bloccare la protesta sociale che ancora infiamma i quartieri popolari. Sabato scorso alla storica inaugurazione della sede di Forza Nuova a Primavalle avevano partecipato oltre 150 persone del quartiere, segno che - conlcude Fiore - il vento oramai non gira più a sinistra e che le battaglie di Castellino hanno dato un risultato che arresti e bugie non potranno più fermare".

GIULIANO E CONSUELO LIBERI!

0 commenti:

Posta un commento