sabato 2 dicembre 2017

Firenze: aperta un'inchiesta per la bandiere neonazista dentro la caserma dei carabinieri

Un simbolo nazista e un fotomontaggio di Salvini che impugna un mitra non sono certamente un bello spettacolo in una caserma dei carabinieri. Per altro, l'oggetto dello scandalo non è propriamente nazista. E' una bandiera militare del II Reich (1871-1918) che è stata adottata dagli skinhead tedeschi proprio per aggirare il divieto di usare simboli nazisti, che è assai severo in Germania, come ci racconta Ugo Maria Tassinari, fondatore di questo blog, dalle colonne virtuali di Tiscali news.
L'articolo potete leggerlo cliccando qui

4 commenti:

https://pbs.twimg.com/media/DQENL5hWkAA1qtI.jpg solita #FAKENEWS del giornaletto di proprietà del ladrone svizzero/doglianese.......in quanto alla Pinocchia meglio il no-comment.....chissà com'è giunta alla scrivania del ministero.

La Pinotti è giunta a fare la ministra (dico ministra e non ministro per non essere accusato di sessismo) delle missioni militari all'estero, per esportare,la "democrazia", in vigore e imperante ovunque nella porcilaia occidentale, in virtù delle "quote rosa" obbligatorie per legge. "Quote rosa" ovunque diffuse che vedono il gentil sesso oramai accaparrasi i vertici della società, di posti di privilegio,ben retribuiti, ma non in miniera, non in fonderia, non nei cantieri edili,soprattutto non nelle statistiche dei morti sul lavoro,che sono quasi totalmente appannaggio del sessomaschile.

una bandiera nazi dai caramba? sai che novità! non è certo la prima volta e, neanche l'ultima!

Le bandiere tarocche piacciono anche ai poliziotti. Quando mi fu restituita la mia Uno di loro mi chiese piu' volte dove poteva comprarne una http://mauriziodangelo.blogspot.it/2015/06/materiale-informatico-restituito.html

Posta un commento