lunedì 20 novembre 2017

L'Onda nera non si arresta,la provocazione di Forza Nuova ad Ozzano

(G.p)L'onda nera non si arresta. Questo è il testo di uno striscione, firmato Forza Nuova, affisso nella notte tra domenica 19 e lunedì a Ozzano, in provincia di Bologna, davanti alla sala di Claterna, in piazza Allende, dove questa sera è stato organizzato un incontro dal tema Fermiamo l'onda nera che avanza in Europa, organizzato dall'associazione nazionale partigiani d'Italia, l'Arci, la Cgil.
Una iniziativa che mette sullo stesso tavolo, in qualità di relatori, il deputato democratico Andrea De Maria e il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Guglielmo Zerbinati.
Un convegno che punta a discutere dell'avanzata in tutta Europa dei movimenti ispirati al fascismo, considerando anche gli episodi che si sono verificati in Emilia Romagna, non ultimo il saluto romano dell'atleta Eugenio Maria Luppi per festeggiare il goal vittoria nella partita di calcio tra il Marzabotto e il Futa 65.
Nonostante lo striscione, che è stato rimosso dai carabinieri, l'iniziativa si farà lo stesso, come afferma il sindaco Lelli.
Sulla provocazione di Forza è intervenuto anche il deputato del Partito Democratico De Maria che ha dichiarato: " Non ci facciamo intimidire. A maggior ragione nella iniziativa di questa sera e in tutte le sedi e in tutte le occasioni ribadiremo l'attualità dell'antifascismo. A tutte le forze politiche e sociali spetta il compito di isolare l'estremismo di destra, nel nome di valori di libertà e democrazia nella Costituzione nata dalla Resistenza"

1 commenti:

Meglio i comunist gran brave gente !!! Digitate"GENOCIDIO DELLE ANIME PITESTI VIDEO " COMPRENDO CHE IL POPOLINO NON SAPPIA E' COMPRENSIBILE TENUTO ALL'OSCURO DA 70ANNI Ma ARenzi e LA sua ganga di traditori bisogna trovare un bel posto accogliente all'inferno assieme ai suoi adorati padroni senza prepuzio

Posta un commento