mercoledì 22 novembre 2017

Cesena, Casa Pound e Forza Nuova cercano sede in centro.Il Pd: non fornite loro i locali

Forza Nuova e Casa Pound cercano una sede, il Pd: "Non fornite loro i locali"

(G.p)La sola voce, che corre in città, in virtù della quale Casa Pound Italia e Forza Nuova stiano cercando dei locali in affitto, per aprire una sede nel centro storico di Cesena, trovano la disponibilità di massima da parte di qualche proprietario di immobili sfitti non poteva non scatenare polemiche politiche da parte della sinistra cesenate.
Il Partito Democratico, in una nota, diffusa alla stampa, denuncia lo stato di preoccupazione dei sinceri democratici ed antifascisti di fronte all'escalation di una presenza sempre più marcata in città di gruppi ed iniziative neofasciste, lanciando addirittura un appello ai proprietari di immobili sfitti affinché non li affittino ai movimenti "neofascisti", d'altronde i due movimenti, a detta del Partito Democratico, sembrano aver battezzato la città di Cesena ed il suo territorio come terra di conquista.
Il concedere in fitto dei locali a Casa Pound e Forza Nuova, secondo il Partito Democratico, sarebbe uno sfregio enorme alla vita della comunità cesenate, con cui si andrebbe a creare una lacerazione sociale profonda.
Ma se queste argomentazioni non dovessero incontrare la sensibilità di qualche proprietario, afferma Matteo Marchi, segretario cittadino del Partito Democratico, lo invitiamo a fermarsi un momento a riflettere sulla svalutazione che, inevitabilmente, i locali attigui e l’intera area subirebbero qualora vi aprisse la propria sede un movimento fascista. 

Crediamo che, in questa fase, precisa Matteo Marchi, su questi temi tutti gli antifascisti debbano trovare convergenza, lasciando da parte ogni distinguo. Per questo ci auguriamo che lo spirito di questo appello sia condiviso da tutti coloro (associazioni, partiti, sindacati, singoli cittadini) che, in queste settimane, hanno levata alta la voce dell’antifascismo. È necessario che su questi temi la città tenga alta l’attenzione. Una mobilitazione ampia, diffusa e trasversale dovrà essere funzionale proprio a raccontare come questa ondata neofascista sia antistorica, antidemocratica ed estranea alla nostra cultura, alla cultura di noi cesenati”.




1 commenti:

Questo matteo marchi dovrebbe dare il buon esempio accogliere tutte le risorse Della Boldrini CHE PUO POI VEDRETE CHE PIENONE DI TURISTI QUANDO SAPRANNO DI CESENA INVASA DAI NERI,NON E'FACILE TROVARE DEI FESSI COSI' DA GUINNESS

Posta un commento