martedì 3 ottobre 2017

Il generale Pappalardo e la rivoluzione? Il 10 ottobre tutti in piazza a Roma


Mancano 6 giorni allo scioglimento del Parlamento degli abusivi. Prima che arrivi il popolo sovrano, fate le valige e andatevene via!

Invitiamo il popolo Italiano a venire a Roma il 10 ottobre alle ore 11,00 per esercitare la sua sovranità.
Con queste parole, diffuse dal sito del Movimento Liberazione Italia, il generale Antonio Pappalardo è pronto a liberare il Parlamento della Repubblica da quelli che considerano parlamentari abusivi.
D'altronde il 10 settembre l'ex deputato socialdemocratico ha consegnato al vice questore di Roma la diffida al Capo dello Stato.
Una diffida con la quale, nella prima volta nella storia della Repubblica, si intima al Presidente della Repubblica di sciogliere gli incarichi del governo.
Una diffida con un termine di scadenza preciso, il 10 ottobre. Infatti secondo il generalissimo Pappalardo entro il 10 ottobre Mattarella dovrà ottemperare alle richieste dei rivoluzionari. Se questo non accadrà la diffida potrà avere niente poco di meno che la forza esecutiva per consentire un intervento delle forze dell'ordine e di provvedere a far firmare al Presidente della Repubblica lo scioglimento delle camere.
Una volta fatto ciò, il percorso si presenta tutto in discesa. Secondo il Movimento di Liberazione Italia sarà eletta una costituente che abolirà tutte le leggi approvate dal parlamento illegittimo, compresa quella che introduce i vaccini obbligatori.
Altri temi importanti per il nuovo governo, frutto di questa rivoluzione guidata dal generale Pappalardo saranno la sovranità monetaria, il signoraggio bancario, l'immigrazione.
Se saranno risolti questi problemi l'Italia tornerà bella e forte come non mai.
Nel frattempo il Generale sta cercando finanziamenti economici per sostenere il Movimento Liberazione Italia che, allo stato dell'arte, non si presenterà alle prossime politiche.
Il motivo di questa scelta, secondo il generale, è quello di evitare che infiltrati e miserabili di ogni genere e qualità possano sabotare il progetto rivoluzionario.
D'altronde, non sarebbe la prima volta che il Generale si trovi costretto a scaricare qualche suo sostenitore perché scoperto a trattare con il nemico o addirittura a passare informazioni riservate al nemico partitocratico.
Sulla questione presenza del Movimento Liberazione Italia alle elezioni politiche c'è chi la pensa diversamente dal generalissimo. Ciro Scognamiglio, responsabile campano del Movimento in un post pubblicato su Facebook annuncia l'azzeramento delle tasse, in caso di vittoria alle elezioni del M.i.l.










2 commenti:

grazie a pappalardo stanno tornando in voga le barzellette sui carabinieri!

Arrivati a questo punto chiunque va bene purche' si Fermi l'invasione ,video agghiacciante " LA distruzione dell'europa"se le cose stanno cosi' siete finiti potete anche chiudervi in casa e smanettare sul PC le risorse della boldrini vi faranno al barbeque tutti quanti anche I ricchi che se ne strafottono vedrete!

Posta un commento